hinds-recensione

Hinds – Leave Me Alone: recensione

Vengono da Madrid, si formano nel 2011 - inizialmente in 2 e come Deers - poi, dal 2014, integrano basso e batteria e, costrette, cambiano nome in Hinds su pressione dell’avvocato dei canadesi The Dears, poiché...

The Winstons – The Winstons (recensione)

The Winstons sono un progetto partorito dalla mente di tre signori del rock italico. Roberto Dell'Era, già Afterhours e solista affermato, Enrico Gabrielli, già Calibro 35, ex Afterhours e polistrumentista in u...
flyying-colours-band-2015

Flyying Colours – EPX2: recensione

A breve distanza dal loro secondo EP, i Flyying Colours escono con un lavoro che è la precisa unione dei due precedenti: il primo omonimo del 2014 e ROYGBIV del 2015. Così il senso del titolo EPX2 diventa inequ...
balckstar-bowie-recensione

David Bowie – Blackstar: recensione

Già ieri pensavo che oggi pomeriggio avrei dovuto scrivere una recensione sulla nuova, ultima fatica di David Bowie, ★ (Blackstar). Il singolo, Lazarus, accompagnato da un bellissimo videoclip, già mi aveva spi...
ra-ra-riot-nuovo-album

Ra Ra Riot: nuovo album in arrivo

Il 2016 è l'anno dei grandi ritorni - non dimentichiamo i Guns N' Roses e gli LCD Soundsystem al Coachella Festival - e tra questi anche i Ra Ra Riot. Già era stato pubblicato il primo estratto Water, ora è sta...

Alberta Cross – Alberta Cross: recensione

Gli Alberta Cross sono un'ormai decennale band nata fra la Svezia e l'Inghilterra e trasferitasi poi negli States (più precisamente Brooklyn, New York City) in cerca di fortuna. Nati come duo (spesso e volentie...

Placebo – Mtv Unplugged 2015 (recensione)

Spogliarsi per rinascere. La seconda giovinezza artistica dei Placebo è stata resa possibile dall'ormai storico format di MTV “MTV Unplugged”. In un'ora e mezza circa di show all'interno degli studi londinesi ...

I migliori dischi del 2015

    1.Verdena – Endkadenz vol.1/ Endkadenz vol.2                 Nasce da dentro, scalcia, cresce con te. Basta rannicc...