Suede – Night Thoughts: recensione

Quando gli Suede sono tornati con “Bloodsports” (2013), ci avevo messo tre ascolti per apprezzare in pieno il rinnovato sforzo creativo di Brett Anderson e soci. Al primo assaggio ero rimasto dubbioso, al secon...

Wild Nothing – Life of Pause: recensione

Cosa ci sarà mai di selvaggio nei Wild Nothing poi ce lo dovrebbe proprio spiegare Jack Tatum, l’uomo che dietro quella sigla si nasconde: più che dream pop o pop barocco qui infatti siamo dalle parti del neocl...

Modern Soul è il nuovo pezzo di James Blake

Mentre il resto dell’umanità era impegnata a digerire The Life Of Pablo, James Blake stava girando i piatti su BBC Radio 1’s Residency, programma uber cool della radio pubblica inglese che vede protagonisti i s...
article placeholder

FARE SOLDI – 21+: recensione

Fossi un clubber londinese definirei 21+ di Fare Soldi Intelligent Dance Music. Fossi un artistoide da casa occupata berlinese li metterei in loop come sottofondo al mio vernissage. Fossi un fighetto hipster ...

Silence Exile and Cunning – On: recensione

I Silence Exile and Cunning, giovane quartetto indie rock “de no atri”, hanno un sogno: prendere di peso l'underground americano anni Ottanta e trasportarlo, fedelmente o quasi, in terra lombarda. A tre anni d...

Turin Brakes – Lost Property: recensione

Esistono band che fanno dell'originalità ad ogni costo un marchio di fabbrica, altre che si limitano semplicemente a sfornare buone canzoni, altre ancora che riescono ad unire entrambe le cose in un trionfo di ...

Bloc Party – HYMNS: recensione

Siamo nel 2016 e la funzione della musica non è più la stessa di qualche anno/decennio fa. Oggi, infatti, ci sono molte più uscite e soprattutto modi diversi di ascoltarle. Una volta si compravano i supporti fi...