Linda Collins – Tied: Recensione

Un progetto italiano capace di suonare fluidamente internazionale è cosa rara, lo si può ammettere. Perciò quando riesce, occorre celebrarlo e rendere onore al merito. Ecco, i Linda Collins ce l’hanno fatta...
flame parade recensione

Flame Parade – Echoes EP: Recensione

"Echoes" è il nuovo EP dei Flame Parade, uscito il 16 aprile 2021 per Materiali Sonori. La band toscana torna con una nuova uscita che amplifica e ripropone in una chiave inedita gli echi dell’immaginario d...
the natvral

The Natvral – Tethers: Recensione

Malgrado l’infelice scelta del moniker The Natvral (quella "v" fra due consonanti sarà un rimando alle humanae litterae o è una metafora dell’illeggibilità della natura?), questo “Tethers” si erge sopra la ...
heisenberg band

Heisenberg – Lunazione: Recensione

"Lunazione" è il terzo capitolo della storia degli Heisenberg, uscito a sette anni di distanza da "Caporetto". La band, formata nella Roma punk hardcore del 2010, è composta da Matteo Cellini (voce), Massim...

Studio Murena – S/T: Recensione

Ho da ascoltare l’album omonimo dello Studio Murena. Mi hanno detto che «è una jazz band particolare, vedrai…». Premo play. Non si capisce un cazzo. Mi pare che questa sia la definizione di jazz. Dopo poco ...

The Antlers – Green To Gold: Recensione

Dopo ben sette anni di pausa tornano gli Antlers del leader nonché polistrumentista Peter Silberman, stavolta accompagnato dal solo Michael Lerner alla batteria e alle percussioni. Sono ormai lontani i temp...

Garda 1990 – Venti EP: Recensione

Era da diversi mesi che non riuscivo più a trovare un album in grado di farmi dire “wow”, capace di prendermi così tanto da riascoltarlo cinque volte consecutive per non lasciare andare via le svariate sens...

Xiu Xiu – Oh No: Recensione

Parlando metaforicamente, così come nello stile di Jamie Stewart, ascoltare quest’ultimo album degli Xiu Xiu, un disco sontuoso fra elettronica e musica quasi operistica di soli duetti, è come correre persi...