The Beths – Future Me Hates Me: Recensione

Se questo fine maggio sarete in partenza per il Primavera Sound Festival di Barcellona, non potrete fare a meno di gustarvi il set dei Beths, band pop rock neozelandese salita alla ribalta con questo “Futur...

Fil Bo Riva – Beautiful Sadness: Recensione

Alzarsi il lunedì alle 6 del mattino, dopo essere andati a "dormire" con l'incubo di doverlo effettivamente fare, diciamocelo, non è affatto piacevole. Superato il trauma momentaneo (ma più che persistente)...

Fontaines D.C. – Dogrel: Recensione

Hanno sicuramente preferito la preparazione di un’aspettativa, i Fontaines D.C., che la ricerca di un qualche stupore. Perché l’attesa di questo “Dogrel” era tanta, ma anticipata da ben cinque pezzi diffusi...

5 Canzoni Bomba uscite OGGI

Troppi artisti, troppe canzoni, troppa musica. Non riuscite a stargli dietro vero? Vi viene l'ansia, vero? Eh? Eh? Eh? Va bene ci pensiamo noi ad aiutarvi. Il venerdì è il giorno delle nuove release e vorremmo ...

Royal Trux – White Stuff: Recensione

In fondo i Royal Trux, ovvero gli “Albano e Romina” del rock e dell’eroina, sono scontati come molti dei loro colleghi "scoppiati". Sono partiti alla fine degli Anni '80 giurando eterna fedeltà ai Rolling S...

FEWS – Into Red: Recensione

  Vi era piaciuto "Happy in the Hollow" dei Toy? Aggiungete alla ricetta lo stesso producer, del noise addolcito, un po' di punk sbiancato con candeggina profumata, agitate ma non troppo ed avrete u...

Calamita – S/T: Recensione

Questa improvvisazione raga-post-core, suonata in studio nel 2016, uscita lo scorso marzo ed eseguita dai libanesi Sharif Sehnaoui e Tony Elieh, rispettivamente alla chitarra e al basso, accompagnati dal ba...

Martha – Love Keeps Kicking: Recensione

I Martha, band del Nord Est dell’Inghilterra, sono giovani, ma non alle primissime armi. Questo “Love Keeps Kicking” è infatti il loro terzo album in sette anni di carriera. La loro musica è anch’essa giova...

Strand of Oaks – Eraserland: Recensione

Ci hanno pensato i My Morning Jacket a salvare Tim Showalter dalla depressione. Dopo “Hard Love”, il cantautore era alquanto disilluso, tanto da credere di non riuscire più a scrivere canzoni. Così Carl Bro...