Boy & Bear – Suck on Light: Recensione

Gli australiani Boy & Bear, che quest’anno compiono dieci anni di attività, sono sempre stati un mix, a volte riuscito altre meno, fra il nuovo folk-pop vicino a Mumford And Sons e Fleet Foxes (cioè nie...

Holding Patterns – Endless: Recensione

Riprovandoci, con lo stesso furore della storia intensa terminata nel 2013, ma della quale hanno ripreso il filo di un discorso lungo più di vent'anni. Sono questi gli Holding Patterns, cioè tre quinti dei ...

Mikal Cronin – Seeker: Recensione

Anni fa il pubblico rock salutò l’arrivo di nuovi fenomeni quali Ty Segall, Thee Oh Sees e Mikal Cronin con immensa gioia. Il garage era tornato, fresco, grintoso e di alta qualità. Oggi Mikal si è un po’ d...

The Growlers – Natural Affair: Recensione

Sono passati più di tre anni dall’ultimo album in studio, quel “City Club” del 2016 che aveva diviso un po’ i giudizi sui The Growlers dell’eccentrico Brooks Nielsen. Nel mentre, i californiani non sono sta...

Yak – Atlas Complex EP: Recensione

Sembrava quasi già finita per gli Yak prima dell’uscita del loro secondo LP, “Pursuit of Momentary Happiness”, lo scorso febbraio. E invece eccoli ancora qua, a testimoniare che superato il momento di crisi...

Michael Kiwanuka – Kiwanuka: Recensione

Al terzo album, come tradizione vuole, la promessa del soul Michael Kiwanuka diventa una conferma. Richiama alla produzione Danger Mouse, già presente nel precedente e fortunato “Love & Hate” di tre ann...

Jennifer Gentle – S/T: Recensione

In questo 2019 denso di graditi ritorni che hanno spesso il sapore di comparsate per salutare un decennio che volge a un imminente termine, non c'è da stupirsi se l'ultimo album omonimo dei Jennifer Gentle,...

Swans – Leaving Meaning: Recensione

"Leaving Meaning" è il titolo del nuovo disco degli Swans, che dal 1982 si muovono tra la new wave, il noise, l’industral e il post-rock, sempre in zone d’ombra della musica, create dalla voce di tenebra e ...