richard ashcroft 2018

Richard Ashcroft – Natural Rebel: Recensione

Richard Ashcroft è una leggenda. Dopo aver superato incolume una giovinezza psichedelica, il successo planetario del brit-pop, lo scioglimento della sua creatura The Verve, una fulgida rinascita come artist...

Anna Burch – Quit the Curse: Recensione

Luci soffuse e una candela con fragranza di agrumi come centrotavola: ecco Anna Burch, cantautrice di Detroit dal timbro dolce e delicato, con il suo “Quit the Curse”, disco d’esordio dalle note amare. P...

Parcels – S/T: Recensione

Inizia piano piano, morbido morbido. Inizia che sembra un tappeto musicale per un aperitivo. “Come down Come down Come down Come down”. Un invito a rilassarti. A lasciar andare almeno per un po’ i problemi ...
the dodos 2018

The Dodos – Certainty Waves: Recensione

Viviamo in un’epoca di profonda insicurezza, con tutto quello che capita, poi, non c’è da stare per nulla tranquilli: provate ad arrivare alla fatidica crisi di mezz’età e ditemi se è così semplice guardars...

Fufanu – The Dialogue Series: Recensione

Credo che l'Islanda sia entrata per la prima volta nella mia vita attraverso una musicassetta dei Sugarcubes, cui seguì la carriera solista di Bjork per esplodere con la scoperta dei Sigur Ròs. Fu attravers...