canarie band

Canarie – Immaginari, Pt.1: Recensione

Ho scoperto Canarie, il duo formato da Paola Mirabella e Andrea Pulcini, nell’estate del 2019 con un disco sontuoso: "Tristi Tropici". Bello. Caldo. Assolato. Appassionato. Avvolgente. Devastantemente malin...
nostralgia recensione

Coma_Cose – Nostralgia: Recensione

Se proprio dovessi trovare una nota stonata all’interno della discografia dei Coma_Cose, questa sarebbe la brevità delle sue pubblicazioni. Brevità di lunga data, considerando che “Inverno Ticinese” contene...

Barbarisms – Zugzwang: Recensione

Ecco il ritorno dei Barbarisms, band formata dall’americano Nicholas Faraone insieme a Tom Skantze e Robin Af Ekenstam, conosciuti a Stoccolma, ed oggi al quarto album, terzo via A Modest Proposal Records. ...

Glasvegas – Godspeed: Recensione

Chi non dovesse conoscere i Glasvegas non si lasci trarre in inganno dalla copertina di quest’ultimo album. Elvis e i Clash c’entrano poco. Non vi è infatti traccia in questo “Godspeed” né del rock’n’roll p...

Linda Collins – Tied: Recensione

Un progetto italiano capace di suonare fluidamente internazionale è cosa rara, lo si può ammettere. Perciò quando riesce, occorre celebrarlo e rendere onore al merito. Ecco, i Linda Collins ce l’hanno fatta...
flame parade recensione

Flame Parade – Echoes EP: Recensione

"Echoes" è il nuovo EP dei Flame Parade, uscito il 16 aprile 2021 per Materiali Sonori. La band toscana torna con una nuova uscita che amplifica e ripropone in una chiave inedita gli echi dell’immaginario d...
the natvral

The Natvral – Tethers: Recensione

Malgrado l’infelice scelta del moniker The Natvral (quella "v" fra due consonanti sarà un rimando alle humanae litterae o è una metafora dell’illeggibilità della natura?), questo “Tethers” si erge sopra la ...
heisenberg band

Heisenberg – Lunazione: Recensione

"Lunazione" è il terzo capitolo della storia degli Heisenberg, uscito a sette anni di distanza da "Caporetto". La band, formata nella Roma punk hardcore del 2010, è composta da Matteo Cellini (voce), Massim...

Studio Murena – S/T: Recensione

Ho da ascoltare l’album omonimo dello Studio Murena. Mi hanno detto che «è una jazz band particolare, vedrai…». Premo play. Non si capisce un cazzo. Mi pare che questa sia la definizione di jazz. Dopo poco ...