Kiwi Jr. – Football Money: Recensione

Voglia di un qualcosa di fresco e frizzante? I canadesi Kiwi Jr. hanno quello che fa per voi. Dopo tre singoli usciti nel 2019, con il nuovo anno è arrivato il momento del loro primo lavoro sulla lunga dist...

Disq – Collector: Recensione

I Disq potrebbero per attitude e sound far parte di quella schiera, comprendente Idles, Shame e Fontaines D.C., che nell’ultimo biennio ha contribuito a far risorgere il punk britannico. È però obbligatorio...

Wire – Mind Hive: Recensione

Nel 1977 i Wire pubblicano il capolavoro punk “Pink Flag”, ma la band londinese è talmente punk da far dire al leader Colin Newman: «Non eravamo amici dei Sex Pistols. Comunque di gruppi come loro ce n’eran...

Calibro 35 – Momentum: Recensione

Dopo una Retromania agguerrita e appuntata sul petto come medaglia al valore, i nostri ragazzacci l’hanno spuntata: combattendo a denti stretti il loro tempo, vincendo ogni manierismo, finalmente sono giunt...

Dente – S/T: Recensione

A 18 anni, Dente, mi era sembrato una delle cose più fighe che la musica italiana offrisse. La patente nuova di zecca e le prime ragazzine da stupire (anche se, a pensarci bene, fu proprio una di loro a far...

Mighty Oaks – All Things Go: Recensione

“All Things Go” è il terzo album del trio folk/rock di Berlino Mighty Oaks, formato da Ian Hooper, Claudio Donzelli e Craig Saunders. Anticipato dai singoli All Things Go, Forget Tomorrow e Lost Again, il d...