Cocoon – Welcome Home: recensione

È stato un anno difficile, cantano i Cocoon in Get Well Soon. Ma non si direbbe, dalle sonorità angeliche, spensierate e ariose del loro ultimo album Welcome Home, terzo lavoro inciso tra Berlino, Bordeaux e Ri...

Sean Hayes – Low Light: recensione

Ci sono, alle volte, dei dischi che ti fanno prendere un respiro da dentro. Ci sono delle voci che senza far nulla di particolare sono capaci di iniettare abbondanti dosi di serenità. Sean Hayes ha una di quell...

The Veils- Total Depravity: recensione

The Veils are back. The Veils are black. Più cupi, posseduti ed elettronici che mai, nel loro quinto album Total Depravity. La voce deformata di Finn Andrews, frontman della band e figlio d’arte, scorre nei cav...

Roncea and The Money Tree- s/t: recensione

Cantano in inglese ma sono italianissimi i Roncea and The Money Tree. Nicolas J. Roncea, dopo l’album voce e chitarra Eight Part One, decide di moltiplicare pani, pesci e strumenti, formando un quintetto che re...
norman_la grandine recensione

Norman – La grandine!: recensione

11 sono le briciole che segnano la strada del ritorno dei Norman con La grandine!. Il gruppo, a sette anni dal disco d’esordio La rivolta dei bambini blu, da Treviso torna in studio per darci un nuovo assaggio ...