The National – I Am Easy To Find: Recensione

"È facile trovarmi". Questo recita il titolo del nuovo e ottavo disco dei The National. La band di Cincinnati è finalmente tornata, dopo due lunghi anni, e noi non vedevamo l’ora. Ed è riuscita ancora una v...

Sick Tamburo @ Monk (Roma): Live Report

Dovrebbe essere già primavera, ma l'aria è bella frizzantina mentre esco dal Monk, in un martedì sera di maggio, il 9 per l'esattezza, dopo il concerto dei Sick Tamburo. Ma non ho freddo. Saranno le birre, sarà...

Howe Gelb @ Spin Time Labs (Roma): Live Report

Che Howe Gelb sia un folle genio, non è cosa nuova. Ma nell'intima arena dello Spin Time Labs, che ospitava la rassegna Unplugged in Monti, tutti noi presenti ne abbiamo avuto un'ennesima conferma. Un Howe supe...

Balthazar – Fever: Recensione

Quando si pensa al Belgio, le cose che nell'immaginario comune vengono in mente sono quell'orribile bambino che fa la pipì (ma non diteglielo, equivale a bruciargli la bandiera in faccia) e gli “show” del P...

Alice Merton – MINT: Recensione

Le aspettative attorno a "MINT", l'album di debutto di Alice Merton, erano davvero alte. D'altra parte non poteva essere altrimenti, per questa venticinquenne tedesca sbucata dal nulla con il singolo-tormen...

Julia Holter – Aviary: Recensione

Una Cappuccetto Rosso in mezzo a un bosco surreale e spinoso, che affronta senza paura un viaggio sonoro e sperimentale. Dopo circa tre anni da "Have You In My Wilderness", e rivolto in tutt’altra direzione...