Matmata – Limen: recensione

Pop rock di pregevole fattura quello che da più di un ventennio portano in giro i Matmata, band classica a quattro elementi (voce, chitarra, piano, basso, batteria e archi in alcune canzoni di questo nuovo albu...

Flamingo – Flamingo EP: recensione

Primo EP solista per Lavinia Sardi, già tastierista dei Nobody Cried for Dinosaurs ed ex Lavinia!, rigorosamente autoprodotto e registrato dopo aver fatto proprie le atmosfere di uno stato quale la Norvegia. Q...

Minnie’s – Intervista

Lettere Scambiate by Minnie's Lesterio Scoppi incontra i Minnie’s, storico gruppo pop/punk/rock milanese dalla carriera ventennale. 1) Con una carriera oramai più che ventennale alle spalle (Wikipedia dice ch...

Intervista ai C+C=Maxigross

Trevisani Federico intervista i C+C=Maxigross nella cucina di casa loro, con Tobia e Filippo, rispettivamente chitarra e basso, mentre all’appello mancano Niccolò e Camillo, alla batteria e al synth. Allora ...

Marlene Kuntz – Lunga attesa: recensione

Lunga attesa: tredici anni per il sottoscritto (era il 2003 ed usciva “Senza peso”), diciassette per i fan più oltranzisti (era il 1999 e ad uscire era “Ho ucciso paranoia”). Tanto ci è voluto per i Marlene per...
article placeholder

The Please – Here: recensione

“Here” è il terzo full lenght per la compagine lombarda con base sulle sponde dell'Adda e non tradisce affatto le promesse che questi sei ragazzi avevano fatto con i precedenti due lavori. La musica suonata da...
article placeholder

FARE SOLDI – 21+: recensione

Fossi un clubber londinese definirei 21+ di Fare Soldi Intelligent Dance Music. Fossi un artistoide da casa occupata berlinese li metterei in loop come sottofondo al mio vernissage. Fossi un fighetto hipster ...

Roipnol Witch – Starlight: recensione

Più Patty Pravo che Patti Smith, più Alberto Camerini che Lou Reed. Questa formula potrebbe facilmente riassumere questo terzo lavoro discografico dalle tre bambole punk (così si presentano in fotografia) Giuli...