Punkreas – Il lato ruvido: recensione

Nel 2016 un disco dei Punkreas può aver ancora senso? Fosse fatto da una band giovane certamente sì: farebbe il piacere di noi vecchi che sapremmo che qualcosa nelle testoline là fuori ancora si muove. Fatto...
stoop

Stoop – Beholders: recensione

Beholders è l’ultimo lavoro degli Stoop, veterana band emiliana, sparita dai palcoscenici per diversi anni e riapparsa con un nuovo EP (Bugbite Records/Prismopaco Digital). Dopo aver vinto diversi premi naziona...

Labradors – The Great Maybe: recensione

Cantù è una Surf City come sostenevano i The Wavers qualche anno fà? Potrebbe anche essere, nonostante non ci sia il mare e i falò sulla spiaggia siano solamente un miraggio estivo. La cittadina brianzola è s...
senatore bisogni primari

Senatore – Bisogni primari: recensione

In meno di un anno coloro che furono i Garden of Alibis, formazione sabauda dedita all'idioma inglese, si sono trasformati rinascendo sotto il nome Senatore in questo nuovo progetto in lingua italiana e non per...
sara velardo 3

Sara Velardo – 3: recensione

Terzo album, il primo elettrico dopo due prove prevalentemente acustiche, per la cantautrice calabrese Sara Velardo. Finanziato tramite una piattaforma di crowdfunding e prodotto dalla stessa Sara "3" è un'oper...

Fiumi – The Fat Sea Theme: recensione

“The Fat Sea Theme”, esordio sulla lunghissima distanza (i nostri esistono dal 2006 e nel frattempo hanno pubblicato due EP) per la band bolognese Fiumi, è un tuffo di testa e cuore negli anni Novanta. Echi d...

Titor – L’ultimo: recensione

“L'ultimo”, manco a dirlo ultima prova discografica del quartetto torinese dei Titor, è una bomba ad orologeria scoppiata in nove schegge vaganti, i nove brani che compongono questo album, il primo per la band ...

Babbutzi Orkestar – Tzuper: recensione

'GNORANSA TZIGANA!!! Un urlo di questo tipo mi sono immaginato appena dopo qualche secondo dall'inizio di questo “Tzuper”, quarta fatica discografica in sette anni per il sestetto di balkan sexy music (come il...