La morte di David Bowie ha innescato reazioni di tributo da ogni angolo della Terra: dai fan a colleghi musicisti, un’ondata di riconoscenza e affetto misurati in innumerevoli concerti tributo. E i Flaming Lips non potevano essere da meno, data la loro frequente abitudine durante la loro carriera di fare cover del Duca Bianco. Venerdì scorso, durante un concerto ad Aspen’s Belly Up, hanno dedicato una lunga parentesi a Bowie: come riporta The Future Heart, Wayne Coyne e compari hanno suonato  “Space Oddity”, “Ziggy Stardust”, “Fame”, “Golden Years”, “Ashes to Ashes”, “Life on Mars”, “The Man Who Sold the World” e “Five Years”.

a cura di  Francesca Arceri