Si terrà dal 21 al 27 novembre a Milano la sesta edizione della MILANO MUSIC WEEK, un appuntamento in cui l’industria musicale italiana si ritrova creando nuove connessioni, in cui i fan possono conoscere più da vicino i loro idoli e in cui il pubblico, che arriva da tutto il Paese, si immerge a 360° nel mondo dello spettacolo.

 Per la prima volta la Milano Music Week si arricchisce dalla curatela speciale di un artista, anzi due, COLAPESCE e DIMARTINO.

Insieme alla direttrice artistica Nur Al Habash, il duo ha lavorato ad alcuni appuntamenti del Programma Ufficiale che prevede al centro i panel sul music business MUSIC TALK e gli INCONTRI CON GLI ARTISTI più noti della musica italiana. Hanno curato alcuni panel dei Music Talk e l’evento di chiusura della Milano Music Week che si terrà domenica 27 novembre in Santeria Toscana con il concerto del supergruppo Les Amazones D’Afrique, il collettivo musicale africano tutto al femminile. Oltre ad essere i volti dell’evento, Colapesce e Dimartino incontreranno il pubblico e si esibiranno in uno showcase acustico, sempre domenica, nella sede in Piazza Gae Aulenti di UniCredit.

L’edizione 2022 si preannuncia particolarmente intensa, con tanti ospiti ed eventi in tutta Milano. La prima imperdibile esibizione si terrà lunedì 21 novembre con la performance unica che Andrea, Matteo e Virginia Bocelli regaleranno alla città. Un set dalla terrazza del Mondadori Megastore di Piazza Duomo per salutare Milano e inaugurare la settimana della Musica.

Colapesce e Dimartino «Sono anni che viviamo in questa città e frequentiamo la sua vita notturna, i club e le sale dei concerti: questo incarico ci riempie di responsabilità e non vediamo l’ora di proporre la nostra visione in una serie di incontri speciali e con un concerto di chiusura di grande qualità».

 Nur Al Habash «La Milano Music Week è ripartita quest’anno con un nuovo spirito: quello della scoperta e della voglia di stare insieme. Attorno a questo abbiamo creato il programma più ricco di sempre, raddoppiando il numero degli incontri e avvicinando sempre di più il pubblico agli artisti. Si parlerà con loro di amore, cinema, scrittura, generazioni e tanto altro, perché parlare di musica significa parlare di vita e di tutto ciò che la circonda. È stato ampliato anche lo spazio dei music talk, gli incontri che analizzano lo stato del music business italiano e internazionale: un appuntamento fondamentale per l’aggiornamento e il networking dei professionisti. Milano si riconferma la capitale della musica italiana, e siamo orgogliosi di dare il nostro contributo alla manifestazione che la celebra».

Il convegno istituzionale di apertura si terrà lunedì 21 novembre alle ore 16.30 all’Apollo Club di Milano.

I Music Talk si svolgeranno principalmente all’Apollo Club e saranno divisi in giornate tematiche: il lunedì si parlerà del futuro del music business, martedì delle nuove tecnologie, mercoledì di Music Export, giovedì del rapporto tra il settore spettacolo e la politica e venerdì di sostenibilità, equità e responsabilità sociale. La settimana si chiuderà venerdì 25 novembre con ospite speciale Amadeus per alcune anticipazioni sul prossimo Festival di Sanremo.

Il sabato e la domenica i panel principali si terranno allo YellowSquare Milan e saranno rivolti a un pubblico giovane che si approccia al mondo della musica, con workshop che riguardano l’avvicinamento al mondo lavorativo, l’apertura di un’etichetta, l’organizzazione di un festival, la scoperta dei ruoli di manager, A&R e agente di booking, e le pratiche riguardanti il deposito di una canzone e il funzionamento dei diritti connessi.

Gli incontri con gli artisti cominceranno con un’importante anteprima, in collaborazione con Mondadori Store: il 17 novembre Tiziano Ferro incontrerà al Teatro Manzoni i fan, modera l’incontro Nur Al Habash (inizio ore 16.00).

Per tutta la settimana, YellowSquare Milan ospiterà gli incontri con gli artisti, cominciando con Alfa e Mattia Stanga, Sick Luke, Nada, Alan Sorrenti con Ceri e Colombre, Africa Unite che festeggiano i loro 40 anni, Mogol e Cheope, Inoki e DJ Shocca, Venerus, Ginevra per chiudere domenica con i Coma_Cose

Sempre allo YellowSquare Milan ci sarà anche un panel dedicato al rapporto tra musica rap e radio con protagonisti noti speaker radiofonici, mentre Luca de Gennaro presenterà il format “All Access Area”: 4 incontri con Paola Zukar, Max Brigante, Celso Valli e Maurizio Salvadori, volti noti del music business che racconteranno il dietro le quinte. Luca de Gennaro dialogherà anche con Francesco Guccini, a La Feltrinelli di Piazza Piemonte il 26 novembre.

Mercoledì Santeria ospiterà gli incontri con Tony Hadley, Clever Gold con Dutch Nazari, Selton, giovedì Arci Bellezza ospiterà Margherita Vicario. Il 25 novembre Cristina D’Avena incontrerà i fan alla Mondadori Megastore di Piazza Duomo.

La settimana dal 21 al 27 novembre sarà ricca di concerti di artisti italiani e internazionali: Venditti & De Gregori al Teatro degli Arcimboldi; Jack Harlow, Verdena e Bastille all’Alcatraz; La Rappresentante di Lista, Kid Cudi, Alex W, Lost Frequencies, Wolf Alice, Clutch, e Alfa al Fabrique; Luchè al Forum di Assago; Sissi all’Arci Bellezza; PFM – Premiata Forneria Marconi al Teatro Lirico Giorgio Gaber; Cyril Cyril, Bawrut, La Niña, Marina Herlop e Venerus e Blinky al BASE Milano; Connie Han al Blue Note; Hearthgang ai Magazzini Generali; Calibro 35 plays Morricone al Conservatorio di Milano; Julia Jacklin al Circolo Magnolia; Neal Francis allo Spazio Teatro 89; Tony Hadley al Teatro degli Arcimboldi, Banco del Mutuo Soccorso al Teatro dal Verme, Night Skinny, Bresh e Emma Nolde  in Santeria e molti altri ancora!

Non mancheranno gli appuntamenti della notte come l’evento di Le Cannibale al District 272 e la performance d’arte contemporanea con musica techno analogica del collettivo Cult Of Magic in collaborazione con il club Plastic. Ci saranno anche presentazioni di libri e proiezioni. Domenica si terrà a Mosso la manifestazione BeatlesMi – Un giorno con i Fab Four con ospite Pattie Boyd, che fu la prima moglie di George Harrison.

Qui il programma integrale.