Come ogni anno siamo pronti. Inizia la Mostra del Cinema di Venezia, con i suoi gossip e il suo red carpet, con le premesse di un nuovo lustro, anche internazionale, grazie al ritorno (che si nota) di Barbera. Quest’anno una giuria capitanata dall’immenso Sam Mendes e da Laurie Anderson, con il tocco francese di Chiara Mastroianni e Guédiguian (presidente della sezione Orizzonti), insieme a Kim Rossi Stuart, che valuterà le migliori opere prime. Il bell’attore romano, che fu Romualdo, presenterà il suo secondo film “Tommaso”, storia di un rigido e un po’stronzo attore e della sua vita sentimentale che si combinerà con un orizzonte esistenziale (Tommaso era anche il nome del ragazzino protagonista del suo bel film d’esordio “Anche libero va bene”).
Cosa succederà, cosa vedranno i fortunati presenti a Venezia e noi comuni mortali nei prossimi mesi nelle nostre sale? Ecco alcuni tra i film più attesi:

✿ܓ LA LA LAND di Damien Chazelle con Ryan Gosling, Emma Stone: il film di apertura, dal regista di “Wiplash”. Un bellissimo musical vecchio stile, dove brillano i suoi protagonisti, soprattutto Emma Stone, che sfodera una voce che non ci si aspettava.

24 FRAMES (1 FRAME ONLY) e TAKE ME HOME di Abbas Kiarostami: due cortometraggi che il rimpianto regista iraniano, scomparso a luglio, ha girato negli ultimi anni.

✿ܓ LES BEAUX JOURS D’ARANJUEZ di Wim Wenders con Reda Kateb, Sophie Semin, Jens Harzer, Nick Cave : Il regista tedesco usa ancora il 3D, per coinvolgere emotivamente lo spettatore, in un film parlato, quasi teatrale. Speriamo che sia meglio dell’ultimo e un po’ imbarazante “Ritorno alla vita”.

✿ܓ THE LIGHT BETWEEN OCEANS di Derek Cianfrance con Michael Fassbender, Alicia Vikander, Rachel Weisz, Emily Barclay: la coppia più bona di Hollywood in un drammone sull’oceano, girato dal regista di “Blue Valentine”.

✿ܓ ARRIVAL di Denis Villeneuve con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg: dopo “Sicario” ci apettiamo grandi cose, in un film bellico-futuristico.

✿ܓ NOCTURNAL ANIMALS di Tom Ford con Jake Gyllenhaal, Amy Adams, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson, Isla Fisher, Laura Linney: a qualche anno dal suo folgorante esordio come regista, Tom Ford ci riprova, scegliendo come protagonisti due tra i migliori attori in circolazione, parlando ancora una volta di perdita, amore e fantasmi del passato.

✿ܓ RÉPARER LES VIVANTS di Katell Quillévéré con Tahar Rahim, Emmanuelle Seigner, Anne Dorval, Bouli Lanners, Kool Shen. Un’intensa storia di vita e di morte con la protagonista di “Mommy “ e la Sig. ra Polanski. Drammone festivaliero nella sezione Orizzonti.

✿ܓ HACKSAW RIDGE di Mel Gibson con Andrew Garfield, Vince Vaughn, Teresa Palmer, Sam Worthington, Luke Bracey: Mel ci racconta la storia di un eroico medico che durante la seconda guerra mondiale, ad Okinawa, salvò 75 vite. Un filmone di guerra molto pacifista.

✿ܓ THE BAD BATCH di Ana Lily Amirpour con Suki Waterhouse, Jason Momoa, Keanu Reeves, Jim Carrey, Giovanni Ribisi: interessante thriller maledetto con alcuni attori famosi ed altri grossi o tatuati. Tutto molto randagio. Dalla regista di “A girl walks home alone at night”.

✿ܓ JACKIE di Pablo Larraín con Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, John Hurt: Natalie Portman è Jackie Kennedy.

✿ܓ VOYAGE OF TIME: LIFE’S JOURNEY di Terrence Malick con Cate Blanchett: Malick allo stato puro, in un film iniziato negli anni’70.

✿ܓ QUESTI GIORNI di Giuseppe Piccioni (Italia, 123’, v.o. italiano s/t inglese) con Margherita Buy, Marta Gastini, Laura Adriani, Maria Roveran, Caterina Le Caselle, Filippo Timi: un film dove le protagoniste sono ragazze alla scoperta della vita. Il film che fa concorrenza a Muccino.

✿ܓ NA MLIJECNOM PUTU (ON THE MILKY ROAD) di Emir Kusturica con Monica Bellucci, Emir Kusturica, Sloboda Micalovic, Predrag Manojlovic: sono lontanissimi i tempi di “Underground”. Speriamo che questa volta il mio un tempo amatissimo regista serbo ci abbia preso. I dubbi sorgono già dalla scelta della protagonista (la Bellucci).

E che vinca il migliore (o il meno peggio).
Il Demente Colombo