Ritorna con più imbarazzo della scelta che mai “Cinque Canzoni Bomba”, la rubrica in cui vi segnaliamo i cinque brani migliori usciti questa settimana. Sì perché la scorsa è stata una settimana traboccante di nuove uscite, dischi attesi, insperati ritorni e piacevoli sorprese. Come sempre, segue un accurato ed essenziale vademecum su quello che vale la pena di mandare a memoria. Buon ascolto!

 

Mattiel – Those Words

Nuovo singolo per Mattiel, la cantautrice indie-rock che ha sempre fatto ben parlare di lei, anche su queste pagine, per gusto e scelte azzeccate a livello di pubblicazioni e repertorio. La conferma piove con questo nuova Those Words, accompagnata dalla b-side Freedom Feels: una festa di chitarre, ritmica vivace, ritornello infallibile e happy feeling che la rendono un brano insostituibile per le playlist di quest’anno. Nel testo, l’invito a dedicare le proprie energie a chi più se le merita, visto che non si può accontentare tutti. Anche se Mattiel, musicalmente, sembra riuscirci sempre.

 

Counting Crows – Elevator Boots

E questa è una sorpresa sì! Chi scrive ha nei Counting Crows, in qualsiasi loro manifestazione (anche in Shrek, anzi soprattutto in Shrek!), uno spasmodico guilty pleasure. Melodie maestre, testi mai banali, arrangiamenti sempre puntuali e quella voce. A ben 7 anni dal gradevolissimo “Somewhere Under Wonderland”, i californiani tornano con un singolo che più Counting Crows non si può per annunciare un disco di cui personalmente si sentiva il bisogno. Si chiamerà “Butter Miracle” e Adam Duritz assicura che avrà molte cose da dire al suo interno e non servirà solo come scusa per tornare in tour. Sulla fiducia, ci crediamo.

 

Bruno Bellissimo feat. North of Loreto – Effetto Notte

Ecco a voi la Maison Bellissimo. Il producer italo-canadese si veste da cowboy e raduna dei cavalli di razza per comporre il suo quinto disco, all’insegna di un Italo-Disco più che mai ricca di groove. L’obiettivo era quello di esplorare senza snaturarsi, divertirsi con colleghi stimati, e il risultato sembra essere compiuto. Delle 8 tracce, 6 sono collaborazioni con artisti come Le Feste Antonacci, Francesco de Leo, Funk Rimini e Tatum Rush. Si segnala però il beat old-school insieme a North of Loreto, aka Bassi Maestro. Un disco che ribadisce quanto anche il movimento disco-funk in Italia sia vivo e vegeto e in piena rampa di (ri)lancio.

 

Luke Sital-Singh – Maybe Tomorrow

L’apprezzato cantautore britannico Luke Sital-Singh pubblica un nuovo singolo, dopo aver reso disponibili un paio di cover negli ultimi mesi (Cyndi Lauper e Joni Mitchell). Curioso come anche questo nuovo brano sia omonimo di un altro tanto noto da iniziare a canticchiarne il ritornello solo leggendone il titolo, invece surprise surprise ci troviamo di fronte a una composizione originale anticipatrice della prossima fatica discografica che uscirà nel 2021. La canzone è un bel crescendo che si arricchisce secondo dopo secondo, partendo sommessa e chiudendosi con arrangiamenti d’archi ed esplosione sing-along. Colpo basso o dimostrazione di dimestichezza con la materia? L’ascolto integrale del disco ce lo confermerà.

 

Dreamer Boy – Best of Me

Secondo disco intitolato “All the Ways We Are Together ” per Dreamer Boy, moniker di Zachary Arthur Taylor. L’operazione era stata preceduta da una serie di singoli efficaci, per lo più differenti da loro che lasciavano immaginare una sfaccettatura di stili e generi all’interno del disco finito ed effettivamente così è stato. In 16 brani, lunghi insieme 49 minuti, Dreamer Boy condensa una moltitudine di references che un po’ sintetizzano i tempi correnti, di confini tra genere assolutamente labili ed eterei. Si passa con dimestichezza dall’alt-county al dream pop e dall’indie-rock all’emo-trap meno tossico. Il risultato è un disco interessante da tenersi appuntato, vediamo se saprà farsi strada nell’immaginario collettivo.

A cura di Andrea Fabbri

 

Riascolta tutte le canzoni bomba alla nostra playlist qui sotto: