Wrongonyou – Rebirth: Recensione

«If you leave your past, will be like a rebirth». Marco Zitelli, meglio conosciuto come Wrongonyou, con il suo primo Lp “Rebirth” vuole dirci di lasciarci le cose alle spalle e di guardare avanti. Lo fa con un ...

Mamavegas – MMM: Recensione

I romani Mamavegas, grazie al loro elettro-pop edonistico, sono davvero un gruppo da Dolce Vita: elegante, professionale e variegato. L’iniziale Mmm è un languido rock elettronico che sembra imitare St. Vincent...

Endrigo – Giovani Leoni: Recensione

A meno di un anno dall’esordio “Ossa rotte, occhi rossi”, gli Endrigo tornano con prepotenza a raccontarci storie di vita vissuta, sia nel quotidiano sia nelle esperienze da band quasi perennemente in tour. Fig...

Felpa – Tregua: Recensione

A cavallo tra i tappetti di un elettronica soffusa e il tributo alla musica shoegaze anni 90, si inserisce “Tregua”, il terzo album di Daniele Carretti a nome Felpa (ex Offlaga Disco Pax e Magpie), parte conclu...

Universal Sex Arena – Abdita: Recensione

I veneti Universal Sex Arena, giovane pilastro del rock più fisico in Italia, giungono con questo “Abdita” al traguardo del terzo album. Messa un poco da parte l’urgenza dei primi lavori, in “Abdita” la band sc...

Ellis Cloud – Born in the 20’s: Recensione

Palermitano di nascita, Ellis Cloud (all’anagrafe Riccardo Lo Faso) presenta un disco d'esordio sospeso tra reggae, ska e canzone d’autore (ma non solo), musicalmente concepito tra Brooklyn e Manhattan. “Born...

Lingue Sciolte – Neve: Recensione

A soli tre anni dalla nascita e dopo qualche singolo pubblicato, esce il primo EP ufficiale delle Lingue Sciolte, formazione abruzzese dall’approccio classico. Sono infatti un quartetto voce, chitarra, basso/si...