Moci – Morbido: Recensione

Questa volta l’esordiente si chiama Moci, e l’album si chiama "Morbido". E infatti in copertina troviamo lui in mutande con cuscini scocciati addosso che corre in strada con un carrello del supermercato pie...

Bais – Apnea: Recensione

Chiudete gli occhi. Immaginate di essere circondati dal blu, seduti su un fondale, e proiettate intorno a voi delle onde e il mare, la corrente che vi spinge senza portarvi in nessun luogo in particolare, f...

Bee Bee Sea – Day Ripper: Recensione

Certe impressioni non si possono spiegare, e certi suoni sono come quelle foto in bianco e nero del Punk '77, luce sulla retina prima ancora che stimolo uditivo. Ecco la visione che ci appare dopo le prime ...

Moltheni – Senza EreditĂ : Recensione

A undici anni di distanza dalla raccolta finale "Ingrediente Novus", Umberto Maria Giardini torna nelle vesti di Moltheni per chiudere il cerchio con l’ultimo capitolo del suo progetto, "Senza Eredità", usc...

F4 – Camaò: Recensione

Il debutto degli F4 è uscito già da qualche mese e prima di scriverne ho potuto dedicargli tempo, attenzione e ascolti, lasciandogli la possibilità di stratificarsi con calma sotto pelle. Non è stata una sc...