Academy Land: le nomination agli Oscar 2017

Il film dell’anno è lui, il più classico che ci sia: La La Land. Lo abbiamo notato all’uscita dei nominati agli Oscar 2017, non all’altezza dell’anno passato, con molti film che ni Italia non abbiamo ancora vi...

Silence, di Martin Scorsese (2016)

Ho lasciato passare qualche giorno. Ne ho parlato con chi ne capiva qualcosa, per amore del cinema e per derive mistiche o conversioni in età adulta, cercando una spiegazione, ma la confusione è rimasta e l’ent...

Florence, di Stephen Frears (2016)

Chi è cresciuto negli anni novanta non può non aver sentito parlare di "Alta fedeltà", ispirandosi per la produzione di cassettine piene di canzoni preferite e soffrendo come un cane per amore, per poi sentirsi...

Don’t think twice, di Mike Birbiglia (2016)

La nostalgia è uno dei miei peggiori difetti e quale migliore momento per tormentarmi dell’inizio di un nuovo anno? Facendo bilanci di vita sull’anno che fu, ho pensato ai migliori film del 2016 e tra tutti me ...

Capitain Fantastic, di Matt Ross (2016)

Matt Ross è un attore e regista americano dalla carriera dignitosa ma non stellare. Dopo ruoli altalenanti d’attore, nel 2012 ha iniziato la sua vita da regista di lungometraggi con una prima opera intensa e no...

“Snowden”, di Oliver Stone (2016)

Questo autunno ci ha portato un bel filmone vigoroso di Oliver Stone. L’autore meno autore del cinema americano, sovversivo dallo stile reazionario, machissimo e patriottico combattente dei diritti civili. Il s...

“Born to be blue”, di Robert Budreau (2015)

Robert Budreau nel 2009 girò « The death of Chet Baker », che parlava della morte del grande musicista, avvenuta in circostanze misteriose e, più verosimilmente, dovuta all’effetto della droga. A sei anni di d...

Animali Notturni, di Tom Ford (2016)

Susan vive giornate silenziose, eterea critica d’arte in una Los Angeles superficiale. Tra sguardi sfuggenti e corpi solitari che si muovono tra le stanze di ville da sogno, il passato può tornare a risvegliare...

“Sing Street”, di John Carney (2016)

Chi è andato al concerto dei Cure, nei giorni passati, è a rischio di sviluppare un malessere da nostalgia degli anni ’80, che ritornano nella loro ingenuità glamour, tra lacca, spalline e rossetti accesi. Se R...