A maggio, su Reddit, è stata svelata la scoperta di un utente che ha fatto impazzire il web: se si espone alla luce del sole la copertina del vinile di “Blackstar”, l’ultimo disco di David Bowie, su di essa compare una costellazione. Non c’è di mezzo nessuno strano procedimento chimico, si tratta solamente di carta traslucida.

In una nuova intervista per BBC Radio 6, il graphic designer Jonathan Barnbrook, che ha progettato l’artwork dell’album, ha rivelato altri segreti: “Anche all’interno dell’album ci sono delle black star. La stella a 5 punte della copertina non è l’unica. E ognuna simboleggia un diverso aspetto della vita. Ad esempio c’è la coccarda, che sembra quasi un adesivo su cui scrivere un prezzo. Come per dire, beh, si parla pur sempre di un prodotto commerciale; è un oggetto che si acquista. C’è la stella cometa, che rappresenta la persona da seguire nella vita o l’idea di un qualcosa di spirituale che la musica riesce a comunicarti. Quindi ci sono in ballo un sacco di altre cose che non sono evidenti, ma che spero le persone riescano a cogliere. E non necessariamente subito, quello non è importante”

Ha concluso Barnbrook: “C’è un’altra cosa nell’album che non è ancora stata scoperta. Vediamo se riuscite a trovarla. Ricordiamoci quello che ha detto Bowie, niente deve essere spiegato”.