Mentre i genitori coscienziosi si preoccupano di insegnare ai figli le procedure, i rituali e i passatempi adatti alla loro posizione e di scegliere scuole, università e chiese che corroborino i loro insegnamenti, trascurano invece il problema dei giochi, che formano la struttura fondamentale della dinamica emotiva di ogni famiglia e che i bambini apprendono fin dai primissimi mesi di vita attraverso le esperienze quotidiane più significative. da A Che Gioco Giochiamo di Eric Berne (Bompiani)
 

Cose Da Fare a Milano dal 4 al 10 febbraio. Tutti i concerti, gli spettacoli, le situazioni, i riti collettivi e le serate giuste della nostra città in una sola pagina e aggratise! Via…

Lunedì 4 febbraio

Altri Posti esposti in fotografie ore 19 ♥♥♥♥ Islanda tra Cielo e Terra da VersoLibri
Le ampie distese dell’Islanda e lo splendore della sua natura la rendono un luogo che rifiuta di essere etichettato, ancorato al proprio spirito dinamico, mutevole e selvaggio. In questa meraviglia naturale forgiata dal fuoco e temprata dal gelo, da tempo immemorabile le tensioni nascoste nel profondo del suo terreno creano paradossi di acqua e terra, luce e ghiaccio, in un gioco di contrasti e colori dal fascino inesauribile. Massimo Lupidi Photographer presenta “Islanda. Tra cielo e terra”(Sassi Editore).

Incontri ravvicinati del secondo tipo ore 20 ♥♥♥ Cristiano Calcagnile solo da Gattò

Batterista e percussionista con un lungo percorso svolto nella musica Classica, Jazz, Rock e di Improvvisazione. Lavora con importanti esponenti del Jazz internazionale come batterista e percussionista con un lungo percorso svolto nella musica Classica, Jazz, Rock e di Improvvisazione. Lavora con importanti esponenti del Jazz internazionale come Anthony Braxton, Rob Mazurek, Ken Vandermark, Vinny Golia, Tobias Delius, Achim Kaufmann, Tomeka Reid e collabora con Massimo Pupillo, Xabier Iriondo, Giancarlo Locatelli, Gianni Mimmo, Monica Demuru, Cristina Donà, Vincenzo Vasi e molti altriVincenzo Vasi e molti altri. Ci stupirà con suoni del terzo tipo ne siamo abbastanza certi.

Cinema Verità  ♥♥♥♥♥ Cold War di Pawel Pawlikowski al Beltrade

Nella Polonia alle soglie degli anni Cinquanta, la giovanissima Zula viene scelta per far parte di una compagnia di danze e canti popolari. Tra lei e Wiktor, il direttore del coro, nasce un grande amore, ma nel ’52, nel corso di un’esibizione nella Berlino orientale, lui sconfina e lei non ha il coraggio di seguirlo. S’incontreranno di nuovo, nella Parigi della scena artistica, diversamente accompagnati, ancora innamorati. Ma la loro felicità è perennemente ostacolata da barriere: sociali, politiche o psicologiche.

Visioni sonore illuminanti ♥♥♥♥♥ Inner Spaces all’Auditorium San Fedele 
Veterano militante della sperimentazione, Edvard Graham Lewis si esibisce per la prima volta da solista in Italia. Co-fondatore dei Wire, storica formazione britannica capace di condurre il punk-rock alle sue conseguenze più estreme e radicali, il suo percorso solista ha contribuito in maniera decisiva a riabilitare le potenzialità espressive del basso elettrico. Esso funge da voce narrante di paesaggi sonori dalla forte componente isolazionista, memori tanto della musique concrète francese quanto della laptop music più atmosferica degli anni Novanta. In occasione del 40° anniversario della pubblicazione del suo primo brano a sua firma “Let’s Panic Later”, Lewis presenterà a Milano un nuovo set in cui riprenderà materiale dal suo primo album intersecandolo con nuovi brani inediti. In apertura il debutto italiano del compositore e sound artist finlandese Viktor Toikkanen, attivo nella musica da film e nell’arte performativa dal vivo. Il suo approccio alla formazione del suono è da lui descritto in analogia con la produzione di ceramica, in cui si giunge a forme complesse a partire da un tessuto ridotto ai minimi termini, in un processo di costante trasformazione e strutturazione della materia sonora. In accordo con San Fedele Musica, porterà a Milano una nuova versione ampliata e rielaborata della sua opera “Hyperdelic Green Monster”.

Quel ritmo là che fa cick-ciak ♥♥♥♥ Years & Years al Fabrique
L’electro pop band britannica capitanata dal carismatico

arriva in Italia per un’unica e imperdibile data al Fabrique di Milano, esatto il localone con le colonne che ti fanno salire le madonne.  L’occasione è  presentare  Palo Santo il nuovo attesissimo album in uscita il 6 luglio per Polydor e anticipato dai singoli Sanctify e If You’re Over Me. Gli Years & Years sono una delle band più rappresentative della nuova ondata electro pop britannica: il giusto equilibrio tra influenze 80’s e dance, beat elettronici e reminiscenze indie pop hanno portato il gruppo a dominare le più prestigiose classifiche oltremanica diventando un fenomeno mondialone. Spotify, Deer Waves,  Dance Like Shaquille O’Neal, Urban Magazine  e Alphabet Milano hanno approvato e lo facciamo anche noi.

Festicciola Mood ♥♥♥ Sandra, Portami al Tom
Balli di gruppo del lunedì in uno dei locali più trendy della città. Ci resta da capire, chi cazzo sia Sandra…

Cinema in posti bellissimi  ♥♥♥ Wonder alla Cascina Cuccagna

La proiezione del film Wonder del regista Stephen Chbosky. Il film, tratto dall’omonimo libro di R.J Palacio, è un commovente inno alla diversità, che ha come protagonista un ragazzino affetto da una malformazione cranio- facciale.”Cinema e Discriminazioni” è un progetto di “Alternanza Scuola lavoro” nato dalla collaborazione tra la Associazione Cooperativa Cuccagna e il Liceo Classico Berchet e coordinato dal gruppo #CinemaTeatroInCascina

Martedì 5 febbraio

Cinema Vero   ore 19.20 ♥♥♥♥♥ Tramonto di Laszlo Nemes al Beltrade

Budapest, 1913. L’Europa austroungarica è all’apice del progresso e dello sviluppo tecnologico. La giovane Irisz Leiter, tornata nella capitale ungherese dopo gli anni spesi a Trieste a studiare come modista, vorrebbe lavorare nella leggendaria cappelleria dei suoi defunti genitori. Ha il nome e le abilità per farlo, ma il nuovo proprietario, il signor Brill, la respinge. Sono attesi ospiti reali e non vuole problemi. Irisz, però, non se ne va, specie dopo aver scoperto l’esistenza di un fratello, Kálmán, che vive nascosto per essere stato protagonista di un oscuro delitto. La ricerca di Kálmán la conduce nel cuore di tenebra di una civiltà sull’orlo della propria rovina.

Fotografi da scoprire  ore 18.30 ♥♥♥ Estratti da un Parallelo antropico di Mauro Mercandelli all’Istituto Italiano di Fotografia 

Istituto Italiano di Fotografia presenta la mostra fotografica 45°00’00’’ NORD Estratti da un Parallelo antropico di Mauro Mercandelli, studente del secondo anno del Corso Professionale Biennale di Fotografia. Il progetto fotografico si occupa della crescente antropizzazione del territorio attraverso una serie di immagini realizzate sulla direttrice ferroviaria che attraversa la Pianura Padana, il 45° parallelo. In un anno di viaggi da pendolare sulla tratta Lago di Garda-Milano, Mauro Mercandelli ha descritto la metamorfosi del paesaggio agrario sempre più fagocitato da caseggiati e aree industriali. La mostra verrà inaugurata presso la sede di Istituto Italiano di Fotografia (Via Enrico Caviglia 3, Milano – M3 Corvetto) martedì 5 febbraio 2019 alle ore 18:30 e resterà visitabile fino a giovedì 28 febbraio 2019.

Ridere non è una cattiva idea ore 19.30 ♥♥♥ Santeria Comedy Hour alla Santeria Paladini

David Shushan nato a Tel Aviv nel 1982. È laureato in regia e pedagogia teatrale nella sua città, dove ha anche cominciato l’esperienza come stand up comedian e ha condiviso molti palchi con ottimi comici che sicuramente non conoscete. La frequentazione del mondo del teatro gli ha fatto venire fame, perciò si è dato alla cucina e non ha più smesso. Arriva in Italia nel 2013 e dopo tre anni di lotta con la lingua di Dante, decide di cominciare ad esibirsi in un misto di inglese e italiano: è il shushanese, lingua in cui racconta le sue disavventure come immigrato nella ridente città di Brescia. Se vi viene fame, lo trovate dietro i fornelli del primo vero ristorante asiatico-fusion di Brescia.

Se hai la tosse non vai a teatro, ok?  ♥♥♥♥♥ Buon Anno, Ragazzi all’Elfo 

Buon anno, ragazzi prosegue, dopo il successo di Per strada dello scorso anno, il sodalizio tra la penna di Francesco Brandi e l’estro visivo di Raphael Tobia Vogel. La storia è incentrata su Giacomo, un insegnante di filosofia, scrittore precario, compagno e padre ancora più precario, che si trova a passare da solo, per sua scelta, la notte di Capodanno. A poco a poco questa solitudine svanisce e la sua casa si riempirà di persone che, invece, per un motivo o per un altro, consapevolmente o inconsapevolmente, hanno bisogno di lui, quantomeno hanno bisogno di dirgli qualcosa. Ed è proprio qui, il problema. Quanto siamo capaci di dirci le cose per quelle che sono? Usando cioè i termini giusti, senza girarci attorno. Buon anno, ragazzi è una riflessione sulla nostra difficoltà di gestire gli affetti, sulla nostra patologica incapacità di utilizzare un dizionario corretto, leale, e, perché no, dolce, con le persone che ci stanno più vicine, con le quali, invece, siamo capacissimi di scontrarci in una quotidianità che nella migliore delle ipotesi ci appare noiosa. Fino a quando però non arriva l’imprevisto, che ci spaventa e ci porta a un passo dal baratro e ci costringe a mettere in salvo, letteralmente e non, la nostra vita, che è l’unica cosa che non può mai passare in secondo piano.

Se hai la tosse non vai a teatro, ok?  ♥♥♥♥♥ Andy Warhol SuperStar al Teatro Litta

Lo spettacolo indaga la biografia intima di Andy a confronto con quella pubblica: la sua curiosità per tutto ciò che era trasgressivo ed estremo e la sua fede cattolica, il rapporto con la madre, con gli USA, con i soldi e il potere, con il sesso e la castità. La sua vita è una fiaba sinistra in cui un bambino povero è trasformato in un principe delle tenebre che soccombe alla solitudine e alla tristezza, in mezzo ad una folla stravagante di cortigiani pazzi. Oppure Andy fu uno straordinario self made man capace di costruirsi un’immagine pubblica in grado di vendere milioni di dollari?

Hipster che guardano SanRemo per sentirsi una cosa meglio ♥♥♥ San Remo Culturale urbano  al Mare Culturale Urbano

Ritorna il Festival più irriverente di Mare culturale urbano, dedicato alla visione collettiva del 69° Festival di Sanremo commentate da La Wanda Gastrica e “SENORITA PEPERITA” che ci introdurranno al clima sanremese con #gossip commenti e retroscena dell’#Ariston. Tre serate con ospiti, giochi, la giuria popolare musica live e non solo, tutto di un certo tipo. Ingresso libero le prime due sere e 5€ il gran finale sabato 9 Febbraio. Dalle ore 20.00 commento della diretta di Rai1 dal Teatro Ariston Sanremo della 69° edizione del Festival di Sanremo Se l’anno scorso l’obiettivo era portare l’immaginazione al Festival, reinterpretato da mare con la musica diversamente bella, quest’anno il #69 richiama il simbolo dell’avvicinamento degli opposti e le nostre show girl lo faranno travestendosi ogni sera da una coppia di cantanti diversamente uguali, Arisa e Fiorella Mannoia, Loredana Bertè e Alexia, Alessandra Amoroso e Orietta Berti. 

Un sorso di Friuli ♥♥♥ Degustazione di Vini Friulani al Polpetta DOC

La mia nonna era di San Daniele del Friuli, io sono allergico ai tannini. Questa serata mi causa un cortocircuito interno che boom.

 

Mercoledì 6 febbraio

Mixology e musica di qualità ♥♥♥♥ Federico Bernocchi fa girare i Vinili al Pinch
 Si beve bene e si ascolta musica bella. Domanda seria: cosa volete di più?

 

Fermiamoci a vedere ♥♥♥♥ Marina Alessi vernissage di Legàmi allo Spazio Kryptos
Marina Alessi ha colto, attraverso il suo obiettivo, i protagonisti del mondo del teatro, del cinema, della televisione e della cultura, seguendoli sui set e nella vita come ritrattista e fotografa di scena.  Realizza progetti artistici e culturali con Polaroid Giant Camera: macchina fotografica costruita in 5 esemplari in tutto il mondo che permette di realizzare ritratti fotografici in formato 50×60, veri e propri pezzi unici.  La sua ultima ricerca è un lavoro di contaminazione dove i ritratti fotografici in bianco e nero si incontrano con l’arte di illustratori e pittori. Questa “Partita Doppia” prende vita su fondo bianco perché su questa neutralità nasce l’incontro, il gioco, l’interpretazione di sé stessi. Gioco di specchi tra immagine e coscienza, omaggio all’arte e alla capacità degli uomini di raffrontarsi e trovare un equilibrio. Ma soprattutto alla capacità di comunicare ed ascoltare.

 

Gli anni 90 non ci molleranno mai ♥♥♥♥♥♥ Massive Attack al Forum di Assago
Il tour che celebra l’anniversario dell’uscita del disco Mezzanine arriva in Italia. Stasera a Milano, l’8 febbraio a Roma e il 9 febbraio a Padova.  Preparate i kleenex per le vostre tear drops, ok o ko? 

Giovane, Bella e Talentuosa ♥♥♥♥ Japanese House al Magnolia
In bilico tra Folk ed eletronica arriva a milano Amber Bain, aka Japanese House. Per l’occasione presenta l’esordio lungo “Good at Falling”.

Tagga un amico in questo post e puoi vincere due biglietti

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

@thejapanesehouse e @aftersalsa 🎸#mercoledi al @circolomagnolia ✨tagga un tuo amico/a e Vinci 2 biglietti⚡️🎵⚡️

Un post condiviso da indie-zone (@indie_zone) in data:

Circolini e cantautori di talento ♥♥♥♥ Andrea Labanca all’Ohibò
Cantautore e filosofo Andrea Labanca porta sul palco l’electro pop di “Per Non Torturare”, accompagnato da Gianluca De Rubertis (Il genio), Giovanni Calella (chitarre), Giovanni Pinizzotto (basso), Lino Gitto (batteria) e Marina Ladduca (cori).

Libri che fanno pensare  ♥♥♥♥  Suoni a Margine di Nicola Croce da Verso Libri
Il testo si propone di indagare le connessioni tra ambiente sonoro e questioni urbane e territoriali attraverso la pratica dell’ascolto. L’obiettivo è elaborare un approccio inedito di ricerca per reinquadrare quelle particolari trasformazioni legate a fenomeni come lo spopolamento, la gentrificazione, il turismo, le sperequazioni, la scomparsa di identità locali e di patrimoni culturali intangibili. Questioni che passano spesso “inosservate”, e che l’attenzione all’ambiente sonoro può far emergere e portare al centro del dibattito pubblico. Se l’attitudine della ricerca è sicuramente progettuale, lo scopo è analitico: propedeutico al disegno di politiche come all’empowerment di comunità. Attraverso la lettura dell’ambiente sonoro si vogliono, infatti, chiarire i termini su cui si articola la produzione di conoscenza a supporto dell’azione; conoscenza che costituisce un supporto essenziale per il processo decisionale e per la riattivazione del tessuto sociale in contesti marginali.

Film della Pawura  ♥♥♥  Bike Horror Movie Night al Deus Ex Machina
Rodaggio Film, in collaborazione con Deus Ex Machina e Midnight Factory, l’etichetta horror di proprietà di Koch Media, si appresta a celebrare la paura su due ruote in una serata evento che avrà, tra i suoi protagonisti, Motorrad, un film horror motociclistico come non se ne vedevano da decenni. L’evento speciale di presentazione è fissato per il 6 febbraio, a partire dalle ore 21.00, presso il Deus Leica Theatre di Deus Ex Machina, in via Thaon di Revel 3, Milano. Ospite della serata, Manuel Cavenaghi, autore del libro “Wild Angels – dizionario dei biker movies” ed esperto di cinema horror, racconterà al pubblico la tradizione dei titoli che nei decenni passati hanno preceduto MOTORRAD.

L’importanza delle sottoculture ♥♥♥ Presentazione del libro Rave in Italia all’SOS di Rho
Mercoledì 6 febbraio alle 21:00 in Fornace Pablito el drito presenta il suo ultimo libro “Rave in Italy. Gli anni novanta raccontati dai protagonisti” (Agenzia X Edizioni, 2018), una raccolta di interviste e contributi che ricostruiscono gli albori e lo sviluppo della scena #rave in Italia a partire dai primi anni novanta, focalizzandosi sulle tribù autoctone di Torino, Roma, Milano e Bologna.

band con nomi difficili da pronunciare  ♥♥♥ Khruangbin alla Santeria Social Club
Texas e Thailandia uniscono le forze per uno show  tra psichedelia, funk e world music, Questo  trio di Houston porta per la prima volta a Milano il chiacchieratissimo disco “Con Todo El Mundo”.

 

Giovedì 7 febbraio

ore 19.30 Graphic Novel da scoprire ♥♥♥♥ Lamiere. Storie da uno slum di Nairobi alla Feltrinelli di Piazza Duomo

“Lamiere. Storie da uno slum di Nairobi”  è un reportage a fumetti realizzato da Danilo Deninotti Giorgio Fontana e Lucio Ruvidotti che racconta il loro viaggio e incontro con Deep Sea, piccola e poverissima baraccopoli di Nairobi, Kenya. I tre autori, nel marzo 2018, hanno seguito i medici volontari di R@inbow for Africa – R4A per scoprire e raccontare le condizioni degli slum e dei loro abitanti. Il libro, edito da Giangiacomo Feltrinelli Editore #FeltrinelliComics è disponibile in libreria da giovedì 7 febbraio. Presentazione ore 18.30 presso LaFeltrinelli piazza Duomo #Milano. Introduce Boris Battaglia che discute del libro con gli autori.

Rimpiangere i bei tempi andati così andati da non esser manco vissuti ♥♥♥♥♥ La Milano di Dino Buzzati al Cinemino 

A Milano sono sempre vissuto, la quasi totalità dei miei ricordi di ogni genere appartiene a Milano, è logico quindi che qui mi trovi a mio agio, che Milano sia per me la città più ricca di significati”. Così diceva Dino Buzzati riguardo alla città che lo adottò e che sentì sempre “sua” nonostante fosse nato a San Pellegrino, a pochi chilometri da Belluno; la città che egli cantò, disegnò, che fece da sfondo ai suoi scritti di narratore e giornalista e da motore e testimone della sua realizzazione umana e professionale. L’incontro, a cura di Lorenzo Viganò e inserito all’interno della rassegna I giovedì in libreria raccontano Milano – 2° edizione, intende ripercorrere il legame tra Dino Buzzati e Milano, nell’opera e nella vita: dai racconti ai quadri, dai romanzi ai fumetti, dalle poesie agli articoli fino ai luoghi che amava frequentare, da solo e con la moglie Almerina. Un rapporto che attraversa tutta la sua esistenza e di cui rimangono ancora oggi tracce profonde

 

Celebrare poeti prematuramente scomparsi  ♥♥♥♥♥ Reminiscences of a Journey to Lithuania di Jonas Mekas 

Poeta, artista e regista, fondatore del New American Cinema Group e creatore dell’Anthology Film Archive, Jonas Mekas (scomparso lo scorso 23 gennaio) è stato uno dei massimi inventori di cinema; un cinema senza compromessi, genuinamente indipendente, espressione di un immaginario antagonista («Non vogliamo film falsi, impeccabili, rifiniti: li preferiamo grezzi, imperfetti, ma vivi; noi non vogliamo film rosei: li vogliamo colore del sangue»). Un cinema diaristico, che ha fatto proprie la frammentarietà, l’incoerenza, la soggettività di una scrittura quotidiana, scrittura più di altre ancorata all’evento e al tempo reale.  Uno dei temi fondamentali della filmografia di Jonas Mekas è la memoria, o meglio la reminiscenza. “Reminiscences of a Journey to Lithuania” è la testimonianza filmata del suo viaggio in Lituania per andare a trovare la madre.

Fiati pesanti e fuochi jazzcore ♥♥♥♥♥ Ottone Pesante e Petrolio al Ligera

A due anni dalla pubblicazione dell’ottimo “Brassphemy set in stone” il trio sperimentale degli Ottone Pesante torna con un nuovo lavoro in studio. “Apocalips” conta nove pezzi registrati da Gianluca Turrini e Max Bordin all’Inside/Outside Studio, in cui il suono della band, strutturato sempre sulla dicotomia tra ottoni e batteria, si fa più crudo grazie ad una maggiore sperimentazione sonora dei due fiati, mentre la batteria continua a pestare duro, come da tradizione. Sono presenti le sfuriate veloci, melodiche e tecniche divenute ormai marchio di fabbrica del trio, alternate a parti più lente e di pathos, a pezzi più sperimentali e dodecafonici, fino ad altri più orchestrali/progressivi o con riferimenti al Black Metal, legame sempre più solido vista la collaborazione con Travis Ryan (cantante dei Cattle Decapitation, gruppo Death Metal californiano) per il pezzo “The fifth trumpet”. Ad accompagnarli: Petrolio Progetto nato nel 2015 grazie a Enrico Cerrato ( Infection Code, Gabbiainferno, Moks) Anche per lui disco appena uscito.

Musica che fa esplodere il tuo cuoricino  ♥♥♥♥ Be Forest al Circolo Ohibò

Annunciati tra gli italiani presenti all’edizione 2019 del SXSW di Austin(che per i più distratti ricordiamo essere uno dei più prestigiosi festival per gli artisti internazionali giovani e/o emergenti), Costanza, Erica e Nicola debuttano come trio nella primavera del 2011 per We Where Never Being Boring. “Cold” è un disco dark wave, carico di suoni oscuri e sfumature shoegaze. Lo presentano stasera in uno dei posti più indie ruock di Milano. 

Musica che fa esplodere il tuo cuoricino  ♥♥♥♥ Jimi Tenor Band al Biko

 impertinente multi-strumentista e produttore finlandese che col suo nome d’arte coniuga la passione per Jimmy Osmond e per il sax tenore, arriva al BIKO per presentare dal vivo ‘Order of Nothingness’, il suo ultimo straordinario album targato Philophon.

Sperimentazioni Olistiche  ♥♥♥  Ottaven da Volum /E

Caned Icoda ovvero OTTAVEN suona instore per la prima volta per presentare la cassetta VOLUM E BOOTLEG 07 “Sequenze per raffigurazioni mentali #5” stampato a dicembre in 43 copie. che è qua https://volumevolumevolume.bandcamp.com/album/vb07-sequenze-per-raffigurazioni-mentali-5

Cantanti che scrivono libri ♥♥♥  Presentazione di in un solo Grammo di Cielo di Chiara Iezzi da SEM

Emily l’ombrosa. Emily la solitaria della 4B. Emily la silenziosa dai capelli rosso fuoco. Nessuno, tranne lei, sa cosa si prova ad aver perso i genitori in un incidente stradale di cui è stata l’unica sopravvissuta. E nessuno può immaginare come ci si senta ad avere diciassette anni e vivere sotto lo stesso tetto con Milda, la zia acquisita, una macellaia dai modi burberi che la tratta come una novella Cenerentola, e in compagnia di sua figlia Greta, una ragazza che è l’esatto contrario di Emily: popolare a scuola, formosa, spregiudicata. Tutto sembra destinato a rimanere così com’è, fin quando un giorno Emily – che da tempo mangia ormai troppo poco – perde le forze e viene affidata alle cure di un centro per ragazze con disturbi alimentari. Lì, tra amicizie, inimicizie e nuove esperienze, scopre di avere dentro un’energia pronta a esplodere. Spetterà a lei decidere cosa farne: spingersi ancora di più verso il baratro o affrontare finalmente se stessa?
Chiara Iezzi scrive un romanzo sorprendente, in cui la protagonista ha la potenza dell’eroina di una fiaba, e il male esiste e si presenta con diverse forme. Ma può anche essere combattuto.  

Adunate Surfistiche  ♥♥♥ Better Together all’Ostello BellO Grande 

Una serata di condivisione tra sogni, viaggi, natura, surf, consapevolezza e sostenibilità raccontate da tre artisti: Winki, Luca Battistini e Vincenzo Ganadu in parole, musica e pittura🐬 Rispolverate i vostri ukuleli

Poesia da Saccoccia ♥♥♥  Franek Windy e Lilo al rock’n’roll

Scende le scale del basement e sale sul palco del Rock’n’Roll Milano –> Franek Windy! 🎤 Franek è un poeta del popolo: il suo popolo è quello di un borgo della bassa modenese, San Felice sul Panaro. Essendo poeta del popolo in musica la sua lingua sarà quella del popolo: rozzissima. O si trova del fascino in questo o non si può trovare del fascino in Franek, che altro non riserva. Dicono di lui: “Hai mai visto un romantico punk in salopette?” Adele Lavermicocca “Bravo ma non si applica” in tanti “La musica è bella.. ma lui impresentabile” qualcuno in Puglia opening act: Lilo Lilo è lo pseudonimo di Laura Pizzoli, musicista e cantautrice classe 1991 ed è attiva sulla scena da diversi anni. Da un po’ di tempo canta in italiano. Ad ottobre dello scorso mese è uscito un nuovo singolo, Stomaco, che anticipa un album in uscita quest’anno. Chissà che magari ce ne suonerà qualcuna nuova 🌊 .

Voci ruggenti ♥♥♥  Ilaria Allegri al Cinemino 

La ragazza canta swing. Dopo il lavoro il bar del cinemino è come il salottino di casa, un posto di amici. Da provare.

Voglia di Truzzare? ♥♥♥ VOID al Rocket 
ome ogni settimana, torna il VOID, la serata all techno and electronic music più intensa di Milano City. Se perdessi questo importantissimo appuntamento del Rocket, non potresti definirti un vero clubber . 
Per ballare fino al mattino grazie al dj set di James Mile, Margherita D’aguì e Bak.

Libri curiosi  ♥♥♥♥ Essere Amici da Verso Libri 

È la ricompensa dei viventi, che non bisogna aspettare anni o in un’altra vita. In questo senso, proprio oggi, per noi contemporanei è una delle più assurde e anacronistiche manifestazioni. Ricorda a una società che ne ha completamente smarrito il senso che non c’è un oltre, ma che esso è già qui, che c’è qualcosa che non corrisponde a nessuno scambio equo, è uno spazio della «ingiusta gratuità», ingiusta perché questa non è offerta a tutti. L’amicizia presuppone la sua revoca, non è né un diritto né un dovere. È un fenomeno singolare: una società basa il legame tra i suoi componenti su una vicinanza dovuta a qualcosa di impalpabile, come la simpatia e l’affinità. Essa è la condizione del legame libero tra cittadini. Franco la Cecla presenta “Essere amici” (Einaudi Editore), con Leonardo Caffo

Adunate Surfistiche  ♥♥ Andy e le Banane al Ghe Pensi Mi

Ezio Castellano cantante, autore e compositore nasce a Milazzo e vive a Barcellona Pozzo di Gotto fino al 2007. Nel 2011 fonda con Rosario Lo Monaco “La Banda del Pozzo”: i due si incontrano grazie alla passione comune per lo swing e all’amore per il mito di Buscaglione e Django Reinhardt. L’universo predominante del suo stile di scrittura è il cantautorato “all’italiana” e lo swing è la sua veste compositiva. Da Sabato 2 Febbraio sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali “I diari drllatstampella”, il primo lavoro di Ezio Castellano. “Un rocambolesco, intenso ed intimo viaggio negli stati d’animo più nascosti dell’autore.

 

Venerdì 8 febbraio

Profondità mai viste in precedenza ♥♥♥♥ Bob Moses al Tunnel 

Tom Howie e Jimmy Vallance mescolano elettronica, house e pop. “Tearing Me Up” è il loro disco della svolta  gli ha consacrati al successo. Stasera al Tunnel presentano “Battle Lines” uscito su Domino (vedi anche Junior Boys), unisce un ritmo sempre cadenzato ballabile a ritornelli efficaci, facendoci capire più di tanti altri che c’è un modo elegante per unire, e ballare, sia pop che deep house. 

Punk rock assai hard ma con l’aiutino ♥♥♥♥ Viagra Boys all’Ohibò

La punk band svedese per la prima volta in Italia per presentare l’album di debutto Street Worms Arrivano per la prima volta in Italia i Viagra Boys, punk band svedese che ha pubblicato da poco il proprio album di debutto, Street Worms, uscito a settembre per YEAR0001 – l’etichetta svedese di artisti come Yung Lean e Bladee. Formatisi nel 2015, i 6 membri del gruppo hanno iniziato a trovare la loro strada verso quello che sarebbe diventato quello che loro chiamano “ugly gonzo post punk”. Le loro influenze sono band come Screaming Jay Hawkins, Butthole Surfers, Suicide, Dead Kennedys, da cui la band ha creato un melting pot originale e personale. Street Worms ha fatt conoscere i V ** gra Boys dopo che i critici di tutto il mondo hanno elogiato questo debutto come il segreto meglio tenuto della Svezia. Pitchfork ha definito il singolo Sports una delle Best New Track, mentre Annie Mac lo ha suonato regolarmente nel suo programma radiofonico della BBC. A seguire la seratina italo dance Figli delle Stelle 

Duri e Puri mai come stasera  ♥♥♥ Assalti Frontali al Bloom 

Serata a sostegno della Campagna di solidarietà “MASSIMO LIBERO! RiMAFLOW VIVRÀ “per la liberazione di Massimo e la raccolta fondi per il pagamento delle ingenti spese legali e processuali. cosa è Ri-MAFLOW? Cooperativa fondata fra la fine del 2012 e l’inizio del 2013, da ex lavoratori di MAFLOW e di altre aziende in chiusura, oltre che da precari, disoccupati e pensionati, sorta sulle ceneri del vecchio sito industriale di MAFLOW S.p.A./Boryszew a Trezzano sul Naviglio (MI).

Hipster che guardano SanRemo per sentirsi una cosa meglio ♥♥♥ San Remo Culturale urbano  al Mare Culturale Urbano

Ritorna il Festival più irriverente di Mare culturale urbano, dedicato alla visione collettiva del 69° Festival di Sanremo commentate da La Wanda Gastrica e “SENORITA PEPERITA” che ci introdurranno al clima sanremese con #gossip commenti e retroscena dell’#Ariston. Tre serate con ospiti, giochi, la giuria popolare musica live e non solo, tutto di un certo tipo. Ingresso libero le prime due sere e 5€ il gran finale sabato 9 Febbraio. Dalle ore 20.00 commento della diretta di Rai1 dal Teatro Ariston Sanremo della 69° edizione del Festival di Sanremo Se l’anno scorso l’obiettivo era portare l’immaginazione al Festival, reinterpretato da mare con la musica diversamente bella, quest’anno il #69 richiama il simbolo dell’avvicinamento degli opposti e le nostre show girl lo faranno travestendosi ogni sera da una coppia di cantanti diversamente uguali, Arisa e Fiorella Mannoia, Loredana Bertè e Alexia, Alessandra Amoroso e Orietta Berti. 

Situazioni bellissime a mezz’ora da Milano ♥♥♥♥♥ Paolo Saporiti alla Stazioncina di Osnago 
Cena con Paolo e concertino acustico a 10 euro. Ecco come l’autore descrive il suo ultimo disco “Dopo l’uscita de “L’ultimo ricatto” ho sentito forte l’esigenza di potermi esprimere nella lingua natia per poter raggiungere meglio e più facilmente quel pubblico immaginario che nelle giornate di sole viene a riempire e occupare le mie stanze d’ascolto, qui in casa. Con “L’ultimo ricatto”, nella sua totalità, avevo cercato di tradurre l’immagine di un bambino che gioca in una stanza e dell’apocalisse che regna e ha regnato per anni all’esterno e che a volte è riuscita a fare capolino, spalancare le finestre della stanza con le sue folate di vento, gelo e rumore e a penetrare nel corpo e nella mente. Ora il bambino si è fatto adulto, uomo, ed è andato alla ricerca delle proprie radici, della propria essenza e per farlo ha provato a specchiarsi nelle foto di famiglia di quegli anni venti che in qualche modo hanno costruito e portato l’ieri di questo Paese a quello che è oggi, un mondo di possibilità seppur nella enorme difficoltà. L’eredità è pesante, il passato carico di sofferenza ma i visi, i corpi, gli sguardi rimangono uguali, in una maniera quasi sconvolgente. Volevo un disco accessibile nella forma della parola ma comunque criptico ed ermetico nella sua fruizione. Avvicinarmi al pop ma allontanarmene barricandomi nella torre sicura della sperimentazione e della “nicchia”. Organizzazione del caos emotivo”.

 

Sabato 9 febbraio

Cinemi acculturati  ore 17 ♥♥♥♥ Velvet Buzzsaw alla Fondazione Prada 

La proiezione del film di Dan Gilroy. Orari: 17:30, 20:00 e 22:15.

Sputare fuoco con stile ore 19 ♥♥♥♥♥ N’duja Calabra in Festa alla Bocciofila Martesana

Pane fritto con soppressata, Maccheroni al forno e ‘Ndjua o scialatelli Nduja e patate. Melanzane e peperoni ripiene alla calabrese o salciccia piccante e patate. Alla faccia di chi ce vole male 

Cose belle dal mondo  ♥♥♥♥♥ Capodanno Cinese in Paolo Sarpi

La definizione di capodanno cinese in realtà è tutta opera degli occidentali. In Cina questo evento è chiamato Festa di Primavera o Capodanno lunare. Festeggiato da milioni di persone in tutto il mondo, è davvero un capodanno particolare. La sua diversità sta nel fatto che non viene festeggiato ad una data fissa ogni anno. Mentre noi facciamo coincidere sempre l’inizio del nuovo anno al 1 gennaio, la loro data varia in un periodo compreso tra il 21 gennaio al 20 febbraio. Un giro in Sarpi per la sfilata allegorica merita sempre, quest’anno poi si festeggia l’ingresso nell’anno del Maiale…

 Cavernicoli pazzoidi fuori controllo ♥♥ TequilaSavate y Su Hijo Bastardo al TNT

Garage punk primitivo e selvaggio dalla Francia. In apertura il  punk’n’roll italico dei Los Fuocos

 Buio perenne dentro e fuori   Kaelan Mikla e Some Ember al Cox 18

Post punk, synth e atmosfere dark con il trio femminile di Reykjavik.

 Si stava meglio con il pulcino pio  ♥ Dark Polo Gang al Fabrique

Una vera e proprio tortura per le orecchie. Il festival del nonsenso sonoro e semantico. Se avete figli adoloscenti chiudeteli in camera e buttate la chiave. 

Giovinastri alla Ribalta  ♥♥♥ Bob Marley Anniversary Fest all’Ohibò
Si festeggia Bob Marley con il live dei Forelock & Arawak Reggae e le selezioni di Serious Thing e Vitowar.

 

Domenica 10 febbraio 

Pomeriggi con birrette ed elettronica intelligente ♥♥♥♥♥ SundayPatio al Tempio del Futuro Perduto

La domenica pomeriggio al tempio con birrette e dischi che girano. In consolle DIE SEKTE selekted con Andrea Vaccaro, XLIV e AACS.

Teatro Trinacrio ore 17.30 ♥♥♥♥♥ Talìa stu Mare alla Santeria Social Club. Ingresso Gratuito

Succede tutto in piazza, esattamente di fronte alla sartoria di Enzo “u signurino”. Tutto il paese si accomoda, prende posto, non vuole perdersi una parola. Tra tre giorni il Santo per la processione “a mare” deve essere pronto. Ma quella stessa mattina, dal mare ripescano il corpo di Michele “u Milanese”. Il figlio dell’ex sindaco Enzo ripercorre le sue scelte. Parla di radici, di ricordi. Di terra e di mare. Talìa stu mare invita lo spettatore a tuffarsi nei suoni del siciliano. Ad abbandonare, per un solo momento, il senso delle parole così che il significato suoni ancora più forte. Al termine della rappresentazione verranno servite alcune pietanze della cucina siciliana.

Cinema in posti meravigliosi  ♥♥♥♥♥ Cinema Bianchini  Via Sforza 32

Alle 16:30, proiezione di Cuore Selvaggi di David Lynch. A seguire, alle ore 19:50, To Rome with Love di Woody Allen. Prenotazione obbligatoria qui,  sold out assicurato per ogni proiezione. 

Punk pop per eterni ado ♥♥♥♥ UnHappyBirthday al Ligera 

Serietà postpunk danese.

Punk pop per eterni ado ♥♥♥ The Wonder Years al Magnolia

The Wonder Years La band di Philadelphia torna nel nostro paese in occasione del tour promozionale del loro acclamatissimo album “Sister Cities”. Attivi dal 2005 i TWY sono senza ombra di dubbio insieme a nomi come Neck Deep,The Story So Far e State Champs una delle band cardine di questa nuova ondata Pop Punk che da ormai diversi anni sta spopolando tra gli amanti di questo genere.Dopo anni di tours in ogni angolo del mondo il 2018 sancisce il il ritorno di questa grande band che con questo ultimo disco svela il suo lato più introspettivo ed intimo ma allo stesso tempo rivolto verso quello che si prospetta un grande futuro. In apertura:  Free ThrowThe Winter Passing

 

 

a cura di Tum