lambchop

Lambchop – Flotus: Recensione

For Love Often Turns Us Still. Per amore spesso ci immobilizziamo. Questo il titolo dell’ultimo lavoro dei Lambchop, band alternative country del Tennessee, formatasi esattamente tre decenni fa, nel 1986. "Flot...

Jeff Rosenstock – Worry: Recensione

Il trentaquattrenne di Long Island Jeff Rosenstock, dopo tre album solisti ed una miriade di progetti in svariate band dall’attitudine (e spesso non solo) punk e dagli stupendi nomi (Arrogant Sons of Bitches, B...

Classifica dei migliori album del 2016

È tempo di tirare le somme. Tra conferme, colpi di scena, esordi fulminanti e giovani promesse diventate fenomeni da baraccone, questo 2016 ce ne ha regalate delle belle. La redazione di indie-zone.it riunita a...

Streets of Laredo – Wild: Recensione

Dopo due anni dal loro album di debutto, “Vol I & II”, gli Streets of Laredo, la “band of joy” di Brooklyn, sono tornati con il loro indie-folk rock in un nuovo album dal titolo “Wild”. La prima volta che l...
lou barlow

Lou Barlow – Apocalypse Fetish: Recensione

Lou Barlow non suona musica indie. Lou Barlow è una delle radici del suono indipendente, il fondamento forse di una cultura di un tormentato sottosuolo. Sicuramente ne è linfa vitale, con la sua intensa attivit...

Helmet – Dead To The World: Recensione

https://www.youtube.com/watch?v=TkFMvststF0 Un decennio per diventare leggenda, mescolando noise, blues e metal ed incidendo due capolavori della musica pesante quali “Strap It On” (1990) e “Meantime” (1992)...