Camilla Matley e Chiara Castello uscite allo scoperto sotto il nome di I’m Not A Blonde (but I’d love to be Blondie) solo nel 2015 con il loro primissimo lavoro, accostate spesso a super artisti del calibro di tUnE-yArDs e Moloko, hanno trovato modo di farsi spazio nel panorama electro-pop europeo.  ‘Under The Rug’ è il nuovo disco di studio. Prodotto da Chiara, Camilla e Leziero Rescigno, registrato da Lele Battista presso le Ombre Studio e mixato da Mario Conte, il nuovo album è una collezione di storie e suoni, a volte anche molto diversi tra loro. Il concept attorno al quale ruotano le nove storie, una per ogni brano, parla dell’affrontare le proprie paure, quelle che a un certo punto nella vita vengono a galla e non possono più essere nascoste ‘sotto il tappeto’.

Un disco importante, un lavoro maturo che si esprime non solo nei testi ma anche nel sound: un’evoluzione che, dalle tinte più dark dei primi brani, si chiude con un’atmosfera più positiva e leggera, quasi a rispecchiare la riflessione ed il percorso interiore che si compie attraverso i pezzi. Un mix di analogico e digitale che, sia nel sound che nelle immagini ne parliamo direttamente con la band in questa video intervista qui sotto