Vogliamo bene a La Room, sono dei ragazzi in gamba che hanno messo in pista un un’associazione che si prodiga per riempire di contenuti artistici uno spazio creato ad hoc e molto personale. Lo spazio è a Vigevano ma date le circostanze non è accessibile, quindi lo spazio oggi è la rete, il web ma per non stare sul vago meglio un sito e il nostro ci pareva proprio adeguato. Eccovi dunque La Room Session 2020 tre super live che saranno visibili in esclusiva sul nostro sito ogni mercoledì a partire dal prossimo, 2 dicembre. Abbiamo fatto due chiacchiere con loro per farci spiegare meglio l’iniziativa ma nulla parla più chiaro del trailer che vedete sotto..

Quanto ha influito la pandemia in un momento dove, fra le altre cose, proprio la cultura sembra essere stato l’aspetto più sacrificabile?

La premessa è che nutriamo un’enorme rispetto ed empatia e compassione verso coloro che da vicino hanno subito in termini di salute le conseguenze di questa pandemia. La parola stessa, pandemia, deve aiutarci a porre tutto in un concetto corretto di proporzioni, consapevoli che si sta affrontando qualcosa di gigante. Detto questo è evidente che giusti sacrifici dovevano essere messi in campo, ma è pur vero che ci è parso spesso iniquo, non tanto nelle misure quanto nella percezione, il modo in cui la cultura è stata considerata in Italia. Laroom è uno spazio nato essenzialmente, sò che sembra inflazionato ma è la verità, dalla passione. E’ rimasta in vita e cresciuta negli anni grazie ad una attività culturale varia e ricca. Innegabilmente è stato un anno tremendamente complicato. Ma non ci è mancato il coraggio anni fa quando si è partiti da zero e, se tanto mi da tanto, non ci mancheà da qui in avanti. Le Laroom Live Sessions Online sono proprio un segnale a non mollare niente, per noi e, nel nostro piccolo, per band e professionisti dello spettacolo che a questo progetto hanno lavorato e sto parlando di fonici, videomaker e agenzie.

 

Come mai avete voluto ripartire da 3 band come Kuadra, Zona e Anna Ox?

 

 La scelta per La Room Session 2020 è ricaduta su queste band perché fondamentalmente ci piace il loro progetto musicale ed il loro modo di lavorare, inoltre fanno tutte parte delle scena della nostra città , Vigevano.

I Kuadra hanno all’attivo diversi album , sono attivi da 15 anni e portano in giro per l’Italia e per l’europa la loro musica con un attitudine da veri professionisti. Gli Anna Ox propongono con coraggio un genere musicale dalle molteplici contaminazioni e dal respiro internazionale. Gli Zona infine sono un nome storico della scena hardcore/crossover italiana , attivi nella seconda metà degli anni novanta con tantissimi live e tre album in studio (uno dal vivo) di recente si sono messi al lavoro su materiale nuovo quindi ci piaceva molto l’idea di essere i primi a presentare il loro ritorno in anteprima.

Il progetto La room Session ci ha convinti da subito. In futuro quando (ci auguriamo) si potrà di nuovo assistere a spettacoli dal vivo, credete di abbandonare la formula adottata?
 

Il progetto video arriva da lontano: qualche anno fa avevamo pubblicato dei video live (con pubblico!) che avevano dato al nostro spazio una buona visibilità. Ci sarebbe piaciuto, ma non neghiamo che ci piacerebbe ancora, dettare una linea video in diretta. Sappiamo che è molto complicato a livello tecnico, ma è un pensiero che ci ha sfiorato più di una volta. Per cui la formula sapevamo già che poteva funzionare. In questo caso la vera differenza la fanno gli spettatori: qui per ovvi motivi non ce ne sono e questa assenza pesa molto sia per la resa esecutiva, sia per la resa visiva. Secondo la filosofia che abbiamo portato avanti finora, Laroom è il salotto di casa in cui gli artisti si esibiscono a un centimetro da chi ascolta, come se la band fosse all’interno della casa di ognuno di noi. Questa magia che si è respirata non può annegare in un format, che seppur bello, crea quel distacco che tanto cerchiamo di non creare. Spero ci sarà la possibilità in futuro di registrare altri video live, che siano di livello, con pubblico e non un alternativa alla musica dal vivo.

 

Guarda il trailer 

A mercoledì prossimo!