alosi 1985 recensione

Alosi – 1985: Recensione

Nel dare libero sfogo alla propria personalità, Alosi, già leader della più famosa band siciliana in ambito rock, Il Pan del Diavolo, ha dimostrato grande coraggio. Ha infatti deciso di incidere un bel disc...

The Winstons – Smith: Recensione

Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio in proposito, questo “Smith” scagionerà facilmente ogni dubbio: The Winstons, vero e proprio supergruppo composto da Roberto Dell’Era (Afterhours), Enrico Gabrielli ...

Legno – Titolo Album: Recensione

Dietro al nome di Legno si nasconde in realtà un duo al primo album, ma troppo sgamato per essere composto da ragazzini esordienti che non sanno che cosa fanno. Dietro al nome di Legno ci sono due ragazzi m...

I Lobello – 220: Recensione

A 6 anni dall’ultima fatica (“Canzoni per la tua (ex) ragazza”) e a ben 18 dall’esordio, tornano I Lobello, band dell’Oltrepò Pavese dedita a un punk rock scanzonato e adolescenziale. Nonostante la maturità...

Fulminacci – La Vita Veramente: Recensione

Roma, classe 1997, al secolo Filippo Uttinacci. In questa generazione che a parlare di caffè e sigarette potrebbe andare avanti all'infinito, in questa ossessiva descrizione dei messaggi, delle assenze, di quel...