L’uscita dell’album Planetarium, frutto della collaborazione fra Sufjan Stevens, Bryce Dessner, Nico Muhly e James McAlister, è prevista per il 9 giugno via 4AD (distribuzione Self). Oggi è possibile ascoltare il brano “Saturn”, e guardare il video che l’accompagna:

La nuova versione completamente rivisitata del progetto Planetarium, che ha avuto origine molto tempo fa, fonde la voce di Stevens, la ritmica di McAlister, l’abilità alla chitarra di Dessner e le composizioni strumentali di Muhly – in parte odissea rock, in parte elettronica sperimentale, in parte opera classica.

Concettualmente, Planetarium ruota intorno alle idee cosmiche esplorate dai testi di Stevens: la mitologia, l’astrologia, la scienza, l’astronomia e la complessità della coscienza umana.

L’album è nato quando l’olandese Muziekgebouw Eindhoven Concert Hall ha incaricato Muhly di creare un nuovo pezzo e lui ha chiamato a raccolta gli amici Dessner, Stevens e McAlister, i quali stavano cercando un’opportunità per collaborare in modo più ampio.

Dopo aver definito la struttura del ciclo di canzoni ed interpretato il pezzo come band – affiancati da un quartetto d’archi e sette tromboni – in varie forme, il quartetto sospende il progetto per diversi anni. Nel 2016 rimettendosi al lavoro sulla materia prima, Stevens e McAlister invertono il tradizionale processo, prendendo le registrazioni dello spettacolo dal vivo e adattandole in studio. “Dopo la nostra ultima performance avevamo registrato in studio tutti gli arrangiamenti e le parti dal vivo”, dice Stevens, “così anni dopo ci siamo detti, ‘apriamo il vaso di Pandora.’”

Stevens e McAlister hanno lavorato per arrangiare lo schema sinfonico di Muhly e il virtuosismo di Dessner alla chitarra insieme ai testi di Stevens e la ritmica di McAlister. Stevens ha guidato la parte “canzone”, del ciclo di canzoni, è la sua voce unica che fornisce un chiaro e coerente centro di gravità all’intero progetto.

Nel periodo trascorso fra l’ideazione di Planetarium e la sua pubblicazione, Muhly ha scritto un nuovo concerto per viola e ha avuto una nuova commissione dalla Metropolitan Opera; Dessner ha pubblicato Trouble Will Find Me con The National, è stato in tour in giro per il mondo e si è trasferito a Parigi; Stevens ha registrato e pubblicato Carrie & Lowell e, con McAlister, ha fatto un tour mondiale.

PLANETARIUM

        1. Neptune
        2. Jupiter
        3. Halley’s Comet
        4. Venus
        5. Uranus
        6. Mars
        7. Black Energy
        8. Sun
        9. Tides
        10. Moon
        11. Pluto
        12. Kuiper Belt
        13. Black Hole
        14. Saturn
        15. In the Beginning
        16. Earth
        17. Mercury