Dopo essere ritornata due anni fa con “Maledetto e Benedetto” (2018), Lucia Manca continua con la sua svolta dream pop, molto vicina agli anni ’80, anche nel suo nuovo EP “Attese Vol.1”. Si tratta infatti della prima parte di un lavoro diviso in due volumi, entrambi prodotti da Matilde Davoli e Gigi Chord.

Il sound è ben diverso da quello dei suoi primi lavori, forse anche per via degli anni passati e delle esperienze maturate, a partire dalla collaborazione con Populous o il featuring con Jolly Mare in Hotel Riviera. L’EP, composto da quattro canzoni, colpisce soprattutto per i suoi suoni retrò, malinconici, quasi ipnotici.

I testi che li accompagnano riescono a creare immagini ben definite, e pur essendoci molti elementi simili tra un brano e l’altro, questi non risultano mai ripetitivi grazie alla cura che è stata messa nella loro realizzazione. In questo senso, quindi, la scelta di non far uscire direttamente l’intero album ma di dividerlo in due volumi, valorizza le singole tracce canalizzando l’attenzione dell’ascoltatore.

“Attese Vol.1” è un disco piacevole, molto curato e dalle atmosfere interessanti: il volume 2 sarà allo stesso livello, se non superiore, rispetto al primo?

Lucrezia Lauteri