I TechNoir sono un duo con base a Milano nato nel 2014, composto da Alexandros aka Sound Activist (Chitarre, synths, laptop, voce) e Jennifer Villa (Voce, effetti). Genovesi cosmopoliti di origini greche, pugliesi, ghanesi e nigeriane. Il loro sound mescola jazz, elettronica e soul in una costante ricerca sonora.
Lo scorso anno hanno visto la pubblicazione dei loro primi 3 EP per la label Cane Nero Dischi (Milano) con una cadenza trimestrale, i quali verranno raccolti nel disco di debutto ad Aprile 2017, intitolato NeMui (New Ecosystem Musically Improved). Tutti i brani, composti dal duo e prodotti interamente al laptop da Alexandros (Sound Activist), hanno attirato l’attenzione di Afropunk che ha preso sotto la propria supervisione il duo genovese.

Ciao ragazzi come va? Pronti per il live di sabato al Biko in cui presenterete il nuovo album?

È stato un lavoro lungo un anno ma ce l’abbiamo fatta! Siamo davvero felici. Sono appena arrivati i dischi e le prove stanno andando bene. Il live al Biko sarà una bella sfida visto che di solito suoniamo in due ma stavolta avremo la band al completo.

Come definireste la vostra musica?

Non vorremmo dare un’etichetta alla nostra musica. Il nostro sound ha svariate influenze: Nu Soul, Jazz , Elettronica,, Hip-Hop, Rock… ci piace utilizzare accordature basse e distorsioni e lavoriamo molto con l’improvvisazione.

Quali sono i suoni che ci si deve aspettare dal vostro disco? A chi/cosa vi siete ispirati?

Abbiamo interamente composto e prodotto NeMui nel nostro salotto. I nostri brani solitamente hanno origine dalla chitarra, una melodia vocale o patch create da noi su Ableton Live. Se ne ricava suoni elettronici che convivono con suoni organici, cantati Soul, beat Hip Hop, chitarre Funk.

Il pubblico ai vostri concerti rimane come ipnotizzato dal vostro groove. Cosa ci si deve aspettare da un vostro live?

Per noi la priorità è dare energia al nostro pubblico e creare una connessione. Mettiamo tutti noi stessi nella performance e ci piace improvvisare molto. Anche per questo ogni concerto è diverso dall’altro.

Voi siete una coppia che suona insieme. Si notano dalle alchimie e dall’intesa che avete. Quanto ha influito col vostro progetto?

Ha influito molto. Vivere insieme ci da la possibilità di creare nuova musica ogni giorno. La nostra comunione di intenti ha fatto si che ci potessimo concentrare interamente sul nostro duo.

Quali saranno le prossime date e i prossimi progetti che vi vedranno impegnati?

Ora che il disco è finito vogliamo suonare il più possibile. Avremo concerti a Milano e lungo tutta la penisola, girando con due formazioni: in duo per concerti più elettronici e band completa per concerti più Jazz/Soul.

Perfetto ragazzi allora non resta che vedervi live sabato al Biko. Volete darci un’ultima dichiarazione?

Come and dance the f***ing night away with us!!!

 

Simone  Casarola
Photocredits: Giacomo Carlini