Gli Smash Mouth in questi giorni sembrano non azzeccarne una, sia che si tratti di attaccar briga con squadre di baseball o di rendere omaggio a celebrità da poco scomparse. Nel loro tweet in onore di George Michael il nome era scritto male e nella foto dell’artista scomparso che hanno postato hanno aggiunto una versione pacchiana del logo della band .
E allora si è portati a pensare che gli Smash Mouth imparino dai propri sbagli e provino a rimediare, ma il loro recente (e subito cancellato) tweet di tributo a Carrie Fisher dimostra che non sono così furbi come avevamo creduto. Ammirate la loro opera e disperatevi. L’unica richiesta della Fisher per il suo necrologio era che venisse riportato che fosse stata strangolata con il suo stesso reggiseno. Non aveva specificato di non essere raffigurata accanto ad un logo pacchiano degli Smash Mouth, ma certe cose forse è sempre meglio evitare anche solo di immaginarsele.