Oggi (3 giugno 2020) è la giornata mondiale della bicicletta, una nuova ricorrenza che esiste da un paio d’anni, istituita per tutti gli stati delle Nazioni Unite. Parole altisonanti per dire che oggi più che mai vale la pena celebrare con una pedalata questo strano e graduale ritorno alla normalità. Per l’occasione, abbiamo chiesto a dieci artisti quali brani non mancherebbero di certo in una playlist per andare in bici al parco e non manca proprio niente: dai giri notturni e malinconici, alle pedalate da presa-bene in Parco Sempione. Eccovi allora: dieci canzoni per andare in bici, musica bella per pedalare lontano. 10 canzoni consigliate da 10 artisti indie giovani, belli e bravi.

Eccoli, si parte…

ELEVIOLE?

Ho scritto moltissime canzoni andando in bicicletta per le strade di Milano, come se il movimento fosse la chiave per aprire dei canali e farmi piovere addosso le immagini. Ho pedalato anche nella neve e il mio cestino ha ospitato dolci, palloncini, il navigatore gps e persino un rondone di cui mi sono occupata e veniva con me ovunque. Tra i brani del mio album “Dove Non si Tocca” consiglio “Novembre è già qui ” per i ciclisti che amano canticchiare. Per una pedalata sognante, invece, Song of Los” di Apparat.

WLOG

In un armadio ho sparse alcune maglie che hanno ancora i buchi delle spille da balia per fermare i numeri di gara. Ho corso in bici nel ciclismo dilettante e nel mezzo delle gare di triathlon. La cosa che mi ha sempre dato vitalità e forza di superare le fatiche, non era la voglia di vincere, ma il distacco dal proprio corpo che regala la sublimazione nell’ammirare un paesaggio o nel cantare una canzone. Era cosi anche quando giravo per le stradine da piccolo. Se fate un giro in bici suggerisco la mia “Un colpo solo” e Non cambierà” dei I Segreti

AVINCOLA

La mia canzone “on the road” che vi consiglio per la giornata mondiale della bicicletta è per forza lei: “Un Rider“. Nasce tra una pedalata e un’altra. Da quel giorno non ha mai smesso di infilarsi tra le strade infinite e i labirinti delle città. Non c’è pioggia che tenga, il ciclista col suo zainetto è sempre pronto a consegnare e a ricevere un sorriso di mancia. In questo periodo di pausa forzata che abbiamo vissuto, mi viene in mente anche Dove” di Antonello Venditti che in un immaginario di totale sospensione tra la notte e il silenzio, fa emergere come una scintilla improvvisa: una bicicletta.

Un metronotte con la sua bicicletta nera Bianchi,
Mi guarda con sospetto, poi ride e se ne va…

LUFRAMILIA

Per una gita in bici, scelgo una prima canzone, una delle mie, “Resisto E Non Combatto“, perché è il mio nuovo singolo, ma anche perché secondo me ti dà la carica, e ti esorta a “resistere” là dove la pedalata possa essere più faticosa! Consiglio poi un secondo brano, uno non mio, e sto parlando di Pull The Curtain” dei Sum 41, perché è un sali e scendi di ritmi,  ha dei momenti veramente aperti e epici che abbinati magari a una bel panorama mentre stai pedalando, arricchirà il momento di forti emozioni.

THE LAST CONFIDENCE

Un nostro brano, “Fusorario“. Di solito non ascoltiamo molta musica quando andiamo in bici perché ci piace sentire i suoni dell’ambienti circostante, però se dobbiamo scegliere, scegliamo “Fusorario” perché quando siamo su due ruote è come se fossimo nel nostro proprio fusorario, non pensiamo a niente sennò goderci il panorama. E poi scegliamo “The Rock Show” dei Blink 182, un classico per goderci al meglio un giro in bici e ci dà anche la carica per non smettere di pedalare.

ADELASIA

Mi piace molto andare in bicicletta, i due brani che ho scelto sono “Acqua”, il mio ultimo singolo, e “Stella” di Giorgio Poi. Quando guido qualsiasi mezzo, dalla macchina, al monopattino devo ascoltare canzoni che so a memoria per cantarle a squarciagola, “con il mento sparato nel cielo”.

FEBO

Tra i miei brani consiglierei “Ciliegie“. Anche se nel testo non si parla di bicicletta, quando l’ho scritto, immaginavo proprio di pedalare in campagna e ripercorrere la storia di amore oggetto del testo. Nel video del brano, infatti, i paesaggi scelti sono quelli della campagna Toscana, più precisamente Casciana Terme. E poi direi che non può mancarePedala” di Frankie HI-NRG, brano che Frankie presentò a Sanremo. Il pedalare come maniera di affrontare la vita, la bicicletta mezzo essenziale con il quale si affrontano salite e discese, che non ti fa mollare durante il percorso e nei sentieri più tortuosi. Canzone molto intensa, nella quale ogni frase rappresenta un pezzo di vita.

NOVAMERICA

Tra le mie direi assolutamente “C’è il sole“. Ritmo incalzante, sole, speranza, amici. Una canzone da ascoltare sicuramente in movimento. Adatta per queste prime pedalate post lock down. Mentre la scrivevo immaginavo spesso di ascoltarla in macchina, ma anche in bici ha il suo perchè! Ma non può mancare anche Face To Face” dei Daft Punk. Un pezzo che mi ha sempre gasato in bici o correndo. Groove devastante, suoni morbidi e ammiccanti. Per una pedalata sostenuta in centro città o in periferia, ma con stile.

PIRO

Consiglierei il mio nuovo singolo “Vodkaredbull” perché, se ad ogni colpo di cassa fate corrispondere un colpo di pedale, otterrete un ritmo sostenuto e costante. Dovrete però poi resistere dalla tentazione di pedalare al bar per farvi un paio di quei cocktail, riprendendo le calorie consumate e rischiando di dover chiamare un amico a ripescarvi in pessime condizioni. E vi propongo l’ascolto di Cervo a Primavera” di Riccardo Cocciante, perché vi aiuterà a farvi sentire meglio quella voglia di libertà verso cui state pedalando. Le gambe andranno da sole insieme alla batteria e la mente immaginerà di essere un tutt’uno con la natura, anche se vi trovate in città.

CATO

L’ascolto di “Cogli la Mela” (il mio ultimo singolo) è l’ideale per una gita in bici non troppo lontani da casa, nelle strade sterrate in campagna con gli amici, dopo aver pranzato tutti assieme. Mentre non può mancare Tour de France Etape 1” dei Kraftwerk per pedalate energiche in solitaria nel traffico di una grande città.