1. Il primo live italiano dei Big Thief, al tramonto di Marina di Ravenna

Il sole che tramonta tardi, vedersi un concerto con i piedi che sprofondano nella sabbia, poi i sentimenti oscuri e delicati dei Big Thief che riempiono l’aria. Un silenzio raro sulla spiaggia dell’Hana Bi, al tramonto di questo giovedì sera. Quello dei Big Thief è stata la romantica e intensa dimostrazione che il Beaches Brew non è solo un festival, ma un’occasione unica per vedersi una delle line-up internazionali più belle dell’estate, in una delle location più magiche possibili (non c’è Primavera Sound che possa competere se dall’altra parte abbiamo il palco sulla spiaggia dell’Hana Bi e il tramonto sul mare alle nove e mezza di sera).

 

2. Il bagno in spiaggia la mattina coi postumi

E se siete tra i fortunati avventori che hanno preso posto nel campeggio di fronte all’Hana Bi o tra i neo-borghesi che hanno deciso di soggiornare negli alberghi disponibili nella sperduta Marina Di Ravenna, allora avrete anche avuto la fortunata sensazione di svegliarsi in botta totale e ritrovarsi qualche minuto dopo a fare un bagno nell’acqua ghiacciata, sulle spiagge deserte di inizio giugno: la maggior parte degli ombrelloni ancora chiusi e questi misteriosi indie-rockers mattutini che si sparpagliano negli spazi liberi sulla sabbia, sempre sotto lo sguardo critico e spavaldo di nonni e nipoti già in vacanza.

 

3. L’inaspettato pogo durante il set di Courtney Barnett

Ed eccola che arriva, con i suoi Dr. Martens ai piedi anche oggi. C’è una ragazzina tedesca avvinghiata alla transenna, sedici anni di tipici capelli lunghi e biondi, la maglietta di Courtney Barnett, il braccialetto del Primavera Sound al polso, e quell’aria spavalda di chi si sta facendo tutte le date del tour. La vediamo là, ferma e attenta, finchè dalla transenna non si butta a scatenare un improbabile pogo, che ci non ci saremmo mai aspettati durante un set della Barnett e che invece, decisamente più carica che su disco, offre un live energico e bellissimo.

 

4. Ron Gallo che mangia coi fan

Se siete capitati tra le tavolate dell’area cibo intorno alle sette di mercoledì, non vi sarà di certo sfuggito un ragazzone alto e magro in salopette con un birretta in mano vagare tra la gente in coda per hamburger e risotto ai frutti di mare. Se avete mai giocato a trova Waldo, avrete allora anche una chiara immagine di come poteva sembrare il buon Ron Gallo in mezzo al pubblico del Beaches Brew. Nessuno sembra farci caso, quasi come se nessuno lo avesse realmente riconosciuto, anche se qualche ora dopo succede il delirio sotto il palco alle sue schitarrate.

 

5. Canale cinque e la rivelazione di Mark Caltagirone andata in fumo

Suonavano i BCUC sul main stage, ma l’occhio di molti era comunque rivolto ai social per vedere se finalmente Mark Caltagirone, il fantasma più celebre della televisione e meme nazionale, avrebbe fatto come promesso la sua comparsata in prima serata su Canale 5. Perchè si può essere gli hipster intellettualoidi con i piedi scalzi più fighi del mondo, ma il fascino della televisione trash rimarrà il migliore argomento di conversazione del kebab di Ravenna alle cinque di mattina, dopo uno degli after sulla spiaggia più belli mai vissuti.

Morgana Grancia