Ritorna più resistente che mai la rubrica in cui vi segnaliamo le “canzoni bomba” uscite nell’ultima settimana. E anche se il calembour sembra scontato: sono le uniche che vogliamo veramente sentire.

 

C’mon Tigre – Kids are electric

Secondo singolo per quello che sarà il terzo disco dei C’mon Tigre, gruppo di base in Italia che da ormai quasi 10 anni propone le sue contaminazioni prese qua e là da tutto il mondo. Brano ricco di idee e colori, dalla batteria marziale, ai falsetti alla Thom Yorke, dagli organetti di qualche decennio fa, a scelte rumoristiche quasi pre-morriconiane. Quello dei C’mon Tigre si preannuncia un terzo disco di tutto rispetto e lo aspettiamo con curiosità.

 

Regina Spektor – Becoming All Alone

Siamo diventati tutti un po’ più soli. Probabilmente anche Regina Spektor e la sua bellissima voce, che torna per il nuovo disco “Home, Before And After” anticipato da questa Becoming All Alone, presentata con un arrangiamento da mandare a memoria per limpidezza e qualità compositiva. Call and response nel bridge, un pop-drop orchestrale di pura e vera classicità per poi scemare su un minuto finale voce e piano. In quattro minuti lo spettro di emozioni toccato con questa musica è vastissimo ed è questo che lo rende una bombetta vera.

 

Montaigne feat. David Byrne – Always Be You

Non è la prima volta che David Byrne mette le mani nella dolcissima marmellata del pop d’autore. Questa volta lo fa intervenendo nelle strofe di una canzone davvero irrinunciabile ad opera dell’australiana Montaigne. Byrne scatenato e divertito, su una ritmica glitchata e con scatti da videogioco anni ’90 a scombussolare l’assetto sonoro, Montaigne decisa e vigorosa in un ritornello che forse sa troppo di canzone da end credits di un film d’animazione sull’importanza dell’amicizia ma poco importa perché funziona. Sei sempre tu, David.

 

I Le Lucertole – MOSTRO

Dopo queste grandi interpreti femminili, torniamo in Italia con una band di giovanisssssimi che ha le carte in regola per dire la sua nei prossimi mesi, in particolare in estate. Sono diversi i gruppi multi-vocalist che si stanno affermando nella nostra scena indipendente e non manchiamo mai di segnalarli, se c’è della promessa. In questo caso il loro brano MOSTRO funziona perché ha il potenziale per immedesimarcisi, influenzato come probabilmente è da questi due anni che specialmente la GenZ ha sofferto più di tutti. Buona prova, rimandati a settembre: ma nel senso che ci aspettiamo altro subito dopo l’estate.

 

Mille Punti – Stare Bene

Esce quindi il secondo disco di Mille Punti, di cui vi avevamo già accennato nel periodo della pubblicazione del primo singolo Diamanti. Il cambio di rotta era evidente, vale a dire un imprinting molto più clubbettaro rispetto alla disco music four on the floor anni ’70 del debutto. Non mancano tuttavia dei ganci a quelle sonorità come nella focus track Stare Bene con cui vi salutiamo e vi auriamo quanto espresso dal titolo: di stare bene.

A cura di Andrea Fabbri

 

Riascolta tutte le canzoni bomba qui: