Scopri cosa fare a Milano dal 29 novembre al 5 dicembre 2021  con la nostra Guida Settimanale ai Concerti Milanesi.

Lunedì 29 novembre

Folk Postmoderno ❤️❤️❤️❤️ WrongOnYou alla Santeria Toscana
Dopo aver vinto il premio della critica Mia Martini nella Sezione Nuove Proposte al 71° Festival di Sanremo, Wrongonyou annuncia oggi le date del tour SONO IO Live, prodotto e distribuito da Vivo Concerti. “SONO IO” è il nuovo album di inediti, uscito per Carosello Records il 12 marzo in streaming. Il disco è stato anticipato dalla pubblicazione di un esclusivo vinile contenente “Lezioni di volo” nella sua versione originale e acustica, esaurito in soli tre giorni.
Ottimi riscontri di critica e pubblico dopo la partecipazione al Festival. Il brano ha raggiunto infatti il maggior numero di streaming tra quelli presentati nella categoria nuove proposte, con più di un milione di stream raggiunti.

Martedì 30 novembre

Andiamo al Cinema ❤️❤️❤️❤️ Ghostbusters Legacy al Cinema

Si sarà parlato per almeno un ventennio di un possibile Ghostbusters 3 con tutti i membri del cast originale, ma per un motivo o l’altro (tra cui Bill Murray malamente convinto che “nessuno vuole vedere un gruppo di vecchi acchiappafantasmi“) fino ad oggi non se n’era mai fatto nulla. Nel 2016 si è persino tentato un reboot al femminile del franchise, fallendo però miseramente. Eccoci qui dunque

Mostre ❤️❤️❤️ Trecentosessantamila al Parco Gallery

Trecentosessantamila sono i centimetri quadrati dell’opera di La Tigre, studio di graphic design fondato dal duo creativo Milani-Molteni, per Parco Gallery. Una mostra a metà tra esposizione e performance.

Mercoledì 1 Dicembre 

PostPunk tuttoesaurito ❤️❤️❤️❤️❤️ Viagra Boys ai Magazzini Generali

Gli eroi post punk di Stoccolma, Viagra Boys sbarcano a milano per presentare il recente disco Welfare Jazz, un discone prodotto da Matt Sweeney (Bonnie “Prince” Billy, Run The Jewels), Justin e Jeremiah Raisen (Yves Tumor, Kim Gordon, Sky Ferreira) e dai precedenti collaboratori Pelle Gunnerfeldt e Daniel Fagerström (The Hives, The Knife). Sebbene tutto sia intriso di satira, la band torna con il suo marchio post punk pieno del suo scottante rifiuto della normalità, di una società maschilista, misogina e razzista. Nel nuovo video Ain’t Nice, Murphy, il cantante, semina il caos: ruba scooter, giacche, interrompe picnic, non lascia indifferente nessuno spettatore innocente. Poi viaggia nel tempo fino al XVIII secolo, circondato dalla sua servitù. Il video deride timidamente il dramma del rapporto maschilista del post punk classico, attraverso un ringhio a gola piena, linee di basso durissime e sintetizzatori spigo

Cose Belle Belle Belle ❤️❤️❤️❤️ Caramello al Bellezza

Torna il Caramello ufficiale, quello del Mercoledì, quello dei banchetti sonori, quello dal gusto più intenso.
Il 01/12 con WOW & KOKO e la mostra speciale di Alessandro Baronciani. Wow: Tra il lockdown il quartetto di Roma Est ha suonato al liberatorio Meletao Festival sui Monti Simbruini nel mezzo di una foresta. Una notte una falena (falena) iniziò a danzare sopra il fuoco attratta dalla luce e dopo alcune piroette si tuffò nelle fiamme.
In qualche modo “Come La Notte” ha anticipato molte delle atmosfere e delle emozioni che avremmo incontrato durante il confinamento e l’isolamento; ‘Falene’ invece nasce direttamente da quelle ceneri, case spettrali, ritrovi clandestini, una vecchia farfisa salvata dalla polvere che ha acceso il motivo iniziale della title-track dell’album, una marcia cupa, una mini-opera che ondeggia dolcemente, spruzzata dal bellissimo sax interpretato da Gianlorenzo Nardi e da una delle più intense esecuzioni di China su nastro, prefigurata da Ondes Martenot di Julie Normal che eleva graziosamente l’intro di ‘Anticoda’. Koko: Costanza Delle Rose è nota per essere l’autrice, cantante e bassista dei Be Forest, band i con la quale ha effettuato lunghe tournée negli Stati Uniti, Messico, Europa e Russia. Dopo essersi trasferita a Londra durante un anno di immensi cambiamenti nella sua vita, Costanza ha trovato terreno fertile per dare vita al suo nuovo progetto, KOKO, un’espressione profondamente riflessiva del suo io più sincero, senza artefatti o filtri per proteggerla.

Giovedì 2 Dicembre

Giovani all’arrembaggio ❤️❤️❤️❤️ Caveleon al Bellezza

Caveleon nasce nel gennaio 2018 dall’incontro fra il compositore polistrumentista e cantautore Leo Einaudi, la cantautrice Giulia Vallisari, il compositore Federico Cerati e il batterista Agostino Ghetti. Il gruppo inizia una ricerca sonora che produce un sound inedito e suggestivo, in bilico tra atmosfere folk, indie e rock immerse all’interno di sonorità elettroniche. Ad arricchire lo stile dei Caveleon l’apparente contrasto tra la voce profonda e ruvida di Leo e quella eterea e sognante di Giulia. Nel maggio 2019 pubblicano il loro primo EP “Caveleon” con l’etichetta Futurissima, a cui segue un tour italiano di 50 date, accolto con entusiasmo dal pubblico e dagli addetti ai lavori. Apre le danze An Early Bird, un cantautore a tutto folk. Con 3 dischi e un ep all’attivo e diversi tour in giro per Italia ed Europa, ha condiviso il palco con artisti del calibro di Stu Larsen, Grant Lee Buffalo, S. Carey e Jake Bugg. Presenterà il nuovo album Diviner, recensito ottimamente anche da noi , è stato pubblicato lo scorso luglio dall’etichetta tedesca Greywood Records.

Nuove Onde❤️❤️❤️ Il Corpo Docenti e The Leaf al Mare Culturale Urbano

Dopo averli ritrovati con il singolo Sottotitoli, da subito presenza costante nella playlist Rock Italia di Spotify, a quasi due anni dall’uscita del loro album d’esordio Povere bestie (gennaio 2020) i ragazzi de Il Corpo Docenti hanno fatto doppietta con un nuovissimo brano intitolato Entrambi. Anch’esso prodotto da Divi de I Ministri, Entrambi vede la band perlustrare campi musicali fino ad ora per lei inesplorati, con gli arrangiamenti che calzano una forte componente new wave inedita per Il Corpo Docenti.

Venerdì 3 dicembre

Se Tom Waits fosse un irlandese immigrato a Milano ❤️❤️❤️ Dave Maldoon vs Tom Waits al Bellezza
Non capita spesso che un cantautore riesca a stare proprio accanto a una delle sue ispirazioni di tutti i tempi, come nell’ultimo album di Dave Muldoon, “Me VS Him”. Sotto la produzione di Giovanni Calella e insieme a un gruppo di talentuosi artisti, Dave Muldoon si trova faccia a faccia con il suono e i testi di Tom Waits e i suoi stessi meandri poetici. Una musica sofferta ad ogni nota e alla perenne ricerca di un senso smarrito dentro storie fatte di bar, di notti infinite e di treni persi.
Luca Recchia al basso elettrico, pianoforte acustico, organi, Calimbe, shiruti box, anglung, voci e arrangiamenti cori. Dietro il suono a volte massiccio a volte minimale di “Me VS Him” c’è anche a batteria e le percussioni di Mauro Sansone, che suona con Muldoon dal 2001. Dave Muldoon si esibirà con due diverse band in una battaglia fraterna di suono, stile e contenuto. Per questa speciale performance live Agostino Marino suonerà il contrabbasso e Marco Farello suonerà pianoforte e organi, in una serata ricca di sorprese e ospiti.
“È come se la voce di Tom Waits fosse stata immersa in un tino di whiskey, poi appesa in un affumicatoio per qualche mese e infine portata fuori e investita con una macchina”. [Daniel Durchholz]

Ultimo Tour ❤️❤️❤️ Noisia al Magnolia
L’avevano annunciato. Avevano detto che sarebbe stato l’ultimo tour.
Abbiamo tenuto duro e finalmente ora è giunto il momento di darci l’ultimo, doveroso, saluto.

itPopper di vecchia scuola ❤️❤️❤️ Leo Pari al Biko
Leo Pari è un vero e proprio artigiano della musica pop: cantautore, musicista, producer e autore, è un artista a 360° che riesce a rendere ogni progetto riconoscibile, grazie alla sua personale cifra stilistica. Ha all’attivo molte collaborazioni artistiche importanti. Come autore ha firmato canzoni come “Vorrei cantare come Biagio” di Simone Cristicchi, “Meglio di notte” di Francesco Renga e “Superbowl” di Elodie; in qualità di produttore ha lavorato al primo album di Gazzelle “Superbattito”; come musicista si è fatto conoscere dal grande pubblico suonando le tastiere in tour con i Thegiornalisti. A gennaio è uscito il suo ultimo album “Stelle Forever”, che ha ricevuto grande consenso dal pubblico e dalla critica. Di recente ha collaborato come autore con Malika Ayane per il suo album “Malifesto” e ha scritto alcuni brani per l’album di Vipra. L’ultimo lavoro che porta la sua firma è il singolo “Savana”, uscito quest’estate, per Giulia Penna. Apre le danze il Solito Dandy: canzoni d’amore italiane con le nuvole, gli sguardi languidi da telenovela, le statue barocche e il blu di pescheria. Un sentimentalismo da poveri per chi vive in una città che continuamente perde pezzi e riesce comunque a commuoversi coi tramonti o con un fritto.

Sabato 4 Dicembre

Groovy Zaturday ❤️❤️❤️❤️ Jael al Biko
Giovanni Jano, meglio conosciuto come Jael, è un produttore, DJ, cantante e strumentista olandese di ventotto anni di origine indonesiana. Grazie ai suoi genitori, veri appassionati di black music, è cresciuto a suon di Soul, Funk, R&B, Gospel e musica delle isole Molucche: il suo sound trova ispirazione proprio in tutto questo mix di generi. Membro dell’etichetta losangelina Soulection, ha già messo in mostra il suo talento in tutto il mondo e recentemente ha pubblicato il suo album di debutto “Half As Much”: lavoro con il quale ha dimostrato di essere in grado di produrre, registrare, suonare strumenti, cantare e scrivere le proprie canzoni facendo tutto da solo.

Recuperoni ❤️❤️❤️ WrongOnYour al Bellezza
Se vi siete persi il concerto alla Santeria avete modo di recuperarlo qui. Ad aprire ONDALENTA (Steve Howls) è lo pseudonimo di Stefano Laruccia. Più delay e meno chitarra attraverso paesaggi sonori che sanno di nord europa. La canzone diventa un gesto che muta forma nello scorrere del tempo. Un’onda che lentamente si solleva fino ad infrangersi e sparire. “Holding back my days” era l’ep di esordio di Steve Howls, mentre ONDALENTA per il momento è una rinascita, poi chissà…

FiestaFiestaFiesta ❤️❤️❤️ A Night at San Junipero al Magnolia
Dopo il successo del primo party dopo più di un anno e mezzo, A Night At San Junipero torna al Circolo Magnolia con una festa davvero imperdibile!
Siete pronti a viaggiare nel tempo con noi?  Rivivi con noi i magici anni 70, 80, 90 e 2000 in una sola, indimenticabile NOTTE DI MAGIA, con un vero e proprio spettacolo mozzafiato che ti riporterà esattamente lì, dove hai sempre sognato di essere! Quante volte hai SOGNATO di rivivere gli anni d’oro che hanno fatto la storia della MUSICA?
Quegli anni che hai visto solo nei film o sentito nei racconti degli altri. Con A Night at San Junipero TUTTO questo diventa POSSIBILE!

Domenica 5 dicembre 

Cantautori di Qualità ❤️❤️❤️❤️ Roberto Angelini al Biko
Roberto inizia a suonare fin da piccolo, grazie agli insegnamenti tramandatigli dal suo patrigno Vittorio Camardese, chitarrista swing autodidatta ritenuto uno dei precursori del tapping. Scrive e suona spaziando dal jazz, al rock, addirittura all’heavy metal e nel 1999 la Virgin gli offre un contratto che porta all’uscita del suo primo album “Il Sig. Domani”prodotto da Daniele Sinigallia) e alla partecipazione a Sanremo con la canzone omonima nella categoria giovani, dove vince il premio della critica “Mia Martini”.
Roberto comincia a suonare in giro per l’Italia e apre i concerti di numerosi artisti tra i quali Jarabe De Palo, Max Gazzè, Tiromancino, Marina Rei, Carmen Consoli ed Elisa (con la quale collabora al disco “Then comes the sun”). Il tormentone dell’estate 2003 porta la sua firma: “Gattomatto”, primo singolo estratto dal disco “Angelini”, lo porta a partecipare all’Arena di Verona alla finale del Festivalbar e ottiene la nomination agli Italian Music Awards. Seguiranno altri due singoli di successo “La Gioia del Risveglio” e “12 anni”.
Nel 2004 la Virgin pubblica “Ripropongo”, un Ep in cui Roberto reinterpreta alcune canzoni dell’ultimo disco in versione acustica e in quello stesso anno, insieme ai suoi amici musicisti, apre uno studio di registrazione a Roma e un’etichetta discografica “FioriRari”. Nel 2005, insieme al violinista Rodrigo D’Erasmo, pubblica “Pong Moon – sognando Nick Drake – “, un tributo al cantautore inglese. Per anni affianca Niccolò Fabi nei tour e in seguito diventa membro ufficiale della band di Propaganda Live. A fine 2020 anticipa l’uscita del suo quinto album da solista con il singolo “Incognita”.